Circolava come se nulla fosse per le via di Firenze, con l'auto del nonno residente in Spagna, ma alle spalle aveva ben 177 multe  – per un valore di poco meno di 16 mila euro – non pagate: transiti non autorizzati nelle zone Ztl, sulle corsie preferenziale e sanzioni da autovelox per superamento dei limiti di velocità per l'automobilista spagnolo fermato dalle forze dell'ordine grazie al robot spara multe "scout speed".

177 multe in 5 anni per uno spagnolo residente a Firenze

Un vero e proprio record in fatto di multe per un giovane spagnolo, nato nel 1982 e domiciliato a Firenze: fatale, per lui, è stata l'ultima multa elevata. Gli agenti, infatti, hanno fatto rimuovere la sua Volkswagen Golf con targa spagnola perché ferma in divieto di sosta. Una volta arrivati in deposito ed effettuati i dovuti controlli ecco la sorpresa; dalla banca dati sono emersi 177 verbali, da notificare, di altrettante sanzioni accumulate negli 5 anni per un totale di 15.784,99 euro, al netto delle spese di notifica. Una sorpresa decisamente amara per il cittadino spagnolo che però ha fornito le generalità del nonno; in questo modo sarà lui a pagare.

Le violazioni riguardano nella maggior parte la circolazione in Ztl senza autorizzazione, il transito in corsie preferenziali e 35 sanzioni elevate da autovelox; oltre a queste, le forze dell'ordine hanno elevato a suo carico anche l'infrazione per il divieto di sosta oltre alla sanzione di 85 euro per la mancata immatricolazione in Italia di veicolo straniero circolante in Italia da oltre un anno. Una somma record quella accumulata dal cittadino spagnolo che girava per il capoluogo toscano come se nulla fosse, ignaro che sulle sue spalle pesavano 16 mila euro di multe non pagate: adesso il conto sarà saldato dal nonno, residente in Spagna, ma la speranza è che la lezione sia stata imparata anche se i verbali non influiranno direttamente sulle sue tasche.