La Red Bull con livrea 007
in foto: La Red Bull con livrea 007

Red Bull, scuderia capace di vincere 4 titoli mondiali consecutivi grazie a Sebastian Vettel, e James Bond, l'agente più famoso del cinema, in apparenza non hanno molto in comune, ma possono vantare un destino comune: tutti e due, infatti, sono hanno un rapporto speciale Aston Martin con la scuderia di Milton Keynes che ha nella casa inglese il title sponsor mentre il famoso 007 del grande schermo è diventato celebre anche grazie ai suoi mezzi ultra tecnologici e dotati di ogni gadget.

Le auto del Toro in livrea speciale

Un punto in comune che a Silverstone, GP di casa di molte scuderie della Formula che hanno sede proprio nel regno Unito, è sfociato in un'operazione di marketing degna di nota: le vetture di Max Verstappen e Pierre Gasly, infatti, avranno una livrea dedicata all'agente segreto più famoso del mondo. L'occasione più propizia che mai è stata la graa numero 1007 della Formula 1 e così le due monoposto potranno vantare sul corpo della vettura e sul profilo frontale dell'alettone posteriore l'iconico logo di 007, mentre la grafica del garage dei box sarà ispirata al quartier generale di Q all'MI6. Inoltre l'auto di Verstappen correrà con la targa dell'Aston Martin DB5 usata nel film del "Missione Goldfinger" del 1964, mentre quella di Gasly celebrerà la V8 di "Zona Pericolo" del 1987.

Una trovata che renderà uniche le due Red Bull proprio nel GP di casa e teatro storico della Formula 1: "Celebrare James Bond nella gara 1007 della storia della F1 era un'opportunità troppo ghiotta per farsela sfuggire, vista la partnership con Aston Martin mostrare il mondo di 007 qui al Gran Premio di Gran Bretagna, la nostra seconda gara di casa della stagione, è davvero emozionante. Il marchio Aston Martin è indissolubilmente legato a Bond e le sue vetture sono diventate iconiche. Non vediamo l’ora che arrivi questo weekenda" ha dichiarato Christian Horner. Per un intero weekend, quindi, la Red Bull potrà fregiarsi del titolo di auto di James Bond e chissà che, come in Austria, Verstappen non tiri fuori dal cilindro qualche "trucco" per portare a casa anche la seconda vittoria stagionale dopo l'impresa compiuta in Austria.