Alain Prost / LaPresse
in foto: Alain Prost / LaPresse

Renault, dopo una prima parte di mondiale non all'altezza della aspettative, ha deciso di ristrutturare il proprio team con un figura di spessore: Alain Prost, infatti, già consulente per la casa francese, ricoprirà il ruolo di direttore sportivo non esecutivo entrando nel consiglio di amministrazione del marchio e vedendo così la sua partecipazione aumentare in modo significativo.

L'ex pilota entra nel team francese

Il quattro volte campione del mondo di Formula 1 – ex pilota di Williams, McLaren, Ferrari e Renault – prende così il posto di Thierry Bolloré, divenuto Amministratore Delegato del ramo legato alle vetture stradali dopo la vicenda che è costata l'allontanamento a Carlos Ghosn. Un ruolo, quello di Prost, che come riportato da Autosport è simile a quello che esercitava Niki Lauda in Mercedes e che l'austriaco ha ricoperto fino a maggio scorso, data della sua tragica scomparsa. Non è ancora chiaro se il nuovo ruolo significherà una presenza maggiore per il francese all'interno del gruppo facendolo diventare un impegno quotidiano, ma di certo c'è che Prost ora andrà ad aggiungersi al team principal Cyril Abiteboul, al Presidente Jerome Stoll, al responsabile finanziario Thierry Cognet e a Gerard Lopez, che ha mantenuto una partecipazione di minoranza nel team sin dai tempi della Lotus attraverso l'organizzazione Gravity Motorsports.

Prost, vicino a Renault dal 2015, entra così a far parte in pianta stabile del team francese legando ancor di più il proprio none alla casa della Losanga; non più una figura esterna, ma un vero e proprio membro del team che, nella seconda metà di campionato, andrà in cerca di quei punti persi per strada nella prima parte. Un compito importante quello di Prost e degli altri appartenenti alla Renault che, nei prossimi anni, vuole tornare ad essere protagonista del Circus non soltanto come fornitore di motori, ma soprattutto come team costruttore in grado di lottare almeno per il podio.