Lewis Hamilton stringe la mano a Nico Rosberg dopo la gara di Abu Dhabi – Getty Images
in foto: Lewis Hamilton stringe la mano a Nico Rosberg dopo la gara di Abu Dhabi – Getty Images

La rivalità tra Nico Rosberg e Lewis Hamilton non è durata molto, ma il tedesco è uno dei pochissimi piloti a potersi vantare di aver tolto un titolo mondiale dalle mani del suo rivale inglese: il duello tra i due, infatti, nella stagione 2016 ha alimentato il campionato di Formula 1 con il meno quotato, almeno sulla carta, Rosberg a riuscire a vincere il suo primo e unico campionato piloti salvo poi non concedere al britannico la rivincita ritirandosi una volta diventato campione del mondo.

Il campione del mondo 2016 fa i complimenti all'ex rivale

Una scelta, quella dell'ormai ex pilota Mercedes, dettata dall'aver ormai raggiunto il traguardo massimo per ogni pilota e dalla volontà di essere più vicino alla propria famiglia. Un grandissimo sforzo quello fatto da Rosberg per battere il compagno di squadra in Mercedes che, ad oggi, il campione del mondo 2016 considera uno dei migliori mai apparsi nel mondo della Formula 1: "Nel mio caso Lewis è un pilota un po' più dotato naturalmente di talento. È il pilota più talentuoso della storia insieme ad Ayrton Senna e quindi l'unico modo per batterlo è stato fare un lavoro enorme. Per me è stato difficile, in inverno facevo due ore di esercizi psicologici e filosofici a giorni alterni. Il carico di lavoro era enorme e in cima a tutto il resto. Stavo facendo la stessa cosa da anni, ma nella mia ultima stagione ho davvero spinto" ha dichiarato in una intervista concessa al quotidiano finlandese Ilta Sanomat.

Nico Rosberg e Lewis Hamilton in conferenza stampa – Getty Images
in foto: Nico Rosberg e Lewis Hamilton in conferenza stampa – Getty Images

Un consiglio che potrebbe cogliere anche Valtteri Bottas, impegnato nella stessa impresa compiuta da Rosberg senza però ottenere, almeno per ora, gli stessi risultati visto che il ritardo in classifica da Hamilton è di 39 punti prima del GP di Germania che segnerà il giro di boa: "Si può vedere come stia lavorando molto duramente ed è molto concentrato, è la sua grande forza. L’anno scorso ha avuto un momento difficile, ma quest’anno ha fatto grandi passi avanti, grazie a tutti i piccoli dettagli" ha concluso il tedesco. Parole che potrebbero spingere Bottas a dare qualcosa in più in pista rimettendo pressione a Hamilton che sembra ormai viaggiare sicuro verso il suo sesto titolo iridato.