Chaz Davies – Getty
in foto: Chaz Davies – Getty

Aragón nella giornata di sabato torna ad essere la riserva di caccia di Chaz Davies, che firma una nuova vittoria in Gara 1. Una gara vinta lasciando poco o niente alle Kawasaki di Rea e Sykes, che chiudono nell’ordine alle spalle del pilota Ducati. Nonostante una partenza non proprio brillante, Davies è riuscito a risalire, riprendendo un Tom Sykes partito veramente bene, dopo aver conquistato la Pole con il record della pista. Una volta presa la testa della corsa Davies, supportato da un motore ed un equilibrio eccellente della sua Panigale, non ha potuto far altro che lasciare al duo verde-nero il compito di animare Gara 1. Ed i conti in sospeso tra i piloti della ZX-10R sono stati nuovamente ripresi in pista. Jonathan Rea ha patito forse maggiormente nelle Free Practice e nella Superpole, mentre Tom Sykes, come di consueto, si è dimostrato l’uomo da battere nel giro secco. I valori in pista sono però parsi più equilibrati, con Rea capace di recuperare su Sykes, ma incapace di andare a riprende Davies. Le due Ninja sono rimaste incollate tra loro ed il campionato ritrova finalmente avversari per Rea capaci di riaprire il campionato. Ducati esce da Gara 1 con un bilancio estremamente positivo, con Xavi Forés ai piedi del podio, davanti all’altra Panigale ufficiale di Davide Giugliano. Le Aprilia chiudono in decima ed undicesima posizione, con Savadori e De Angelis nell’ordine. Putroppo out Matteo Baiocco.

Gara 1: imprendibile Chaz Davies

Scatta benissimo Tom Sykes, mentre Rea recupera in fretta la terza posizione alle spalle di Guintoli. Piccola sbavatura per Davies in partenza, mentre Davide Giugliano si prende subito il lusso di attaccare Rea dando il via ad una battaglia entusiasmante che vede le due Ducati incollate alla ZX-10R di Rea. Nel lungo rettilineo è Davies a prendere un po’ di margine, mentre Guintoli continua il pressing su Sykes, che non riesce a prendere il largo. Basta pochissimo a Chaz Davies per riprendere il duo di testa, con un passo superiore di quasi un secondo. Nel giro di poche curve Davies è secondo e di motore svernicia Sykes portandosi al comando. Jonathan Rea rompe gli indugi ed attacca Guintoli, portandosi in terza posizione. Il calo di Guintoli favorisce Giugliano, che guida il gruppo degli inseguitori composto anche da Hayden e Forés. A metà gara l’aggancio di Rea su Sykes, che riaccende il duello lasciato in sospeso in Thailandia. Rea passa di motore senza problemi e si lancia all’inseguimento della Panigale numero 7. Davies però è imprendibile e guida senza pensieri fino alla bandiera a scacchi. Rea non trova la fuga su Sykes e le ZX-10R chiudono nell'ordine. Davide Giugliano è quinto al traguardo.

Superpole: il solito Sykes da record

È Jordi Torres il più veloce nella SP1, che strappa la prima posizione a Sylvain Guintoli. Jordi Torres pare aver trovato tutte le condizioni ideali per far sognare anche nella frazione decisiva: lo spagnolo si porta al comando, salvo poi essere ripreso da Chaz Davies. Sykes controlla con il terzo tempo, ma tutti i piloti devono ancora rientrare ai box per montare le gomme da tempo. In difficoltà Davide Giugliano, a metà turno con il 12esimo tempo. Anche Jonathan Rea soffre e rientra ai box per il cambio gomme con l’undicesimo tempo. Brividi per VD  Mark, che perde l’anteriore in uscita di curva e scivola in pieno rettilineo, rischiando di essere investito da Hayden. Gli ultimi secondi regalano lo scambio al vertice: prima Guintoli ed infine Tom Sykes, che firma il record della pista con il tempo di 1’49.347. Le Yamaha giocano il jolly e mettono entrambe le R1 in prima fila con Guintoli e Lowes. Quarto Davies, a preceder Rea, apparso non proprio incisivo. Davide Giugliano chiude la seconda fila.

Le Free Practice anticipano la sfida Ducati Kawasaki

Il venerdì di Aragón inizia con lo squillo di tromba di Chaz Davies, che su una delle sue piste preferite suona l’acuto con la sua Panigale, aggiudicandosi la FP1 davanti ad Hayden, VD Mark e Rea. Tom Sykes, sesto nella prima sessione, firma il best lap nella FP2, precedendo Davies, VD Mark e Giugliano. Bravo Savadori, quinto con l’Aprilia a precedere Rea. La sfida al vertice si ripete nella FP3 del sabato, con Davies su Sykes ed il solito VD Mark a ridosso dei primi. Un po’ in difficoltà Rea, che fatica a trovare l’assetto ideale ed appare nervoso ai box.

SBK Aragón – Gara 1