L’incidente in curva 11 tra Camier, Torres e Savadori / WSBK
in foto: L’incidente in curva 11 tra Camier, Torres e Savadori / WSBK

Attimi di paura nella prima sfida del fine settimana di Aragon, terzo round del mondiale Superbike 2018. Al terzo giro gara-1 è stata interrotta da un pauroso incidente in curva 11, quando Leon Camier, Lorenzo Savadori e Jordi Torres sono rimasto coinvolti in una rovinosa caduta di gruppo.

Camier in ospedale. "Cosciente e stabile"

Camier è scivolato, finendo per essere travolto da Torres e Savadori che si sono prontamente rialzati senza danni. Camier ha invece impiegato diverso tempo per rialzarsi, a causa di un trauma alla schiena, fortunatamente senza gravi conseguenze. Trasportato al centro medico per i primi controlli, Camier è stato trasferito per esami più approfonditi all’ospedale di Alcaniz. “Leon è cosciente e stabile, non ha riportato lesioni esterne, ma sente qualche dolore” ha rassicurato il team Honda in una nota.

L'incidente non ferma Rea, 2° Davies

Alla ripartenza di una gara accorciata a 17 giri, Jonathan Rea ha dimostrato di avere qualcosa in più degli avversari, mettendo in riga le Ducati che hanno tenuto testa per gran parte della gara e poi rimaste a darsi battaglia per il secondo posto. Alla fine è Chaz Davies a tagliare il traguardo davanti allo spagnolo Xavi Fores. Errore invece per Melandri che chiude 4° al traguardo.

Alle loro spalle, Michael van der Mark si assicura il quinto posto e dunque una buona posizione per la partenza di Gara 2 (domani alle 12:40) seguito dai britannici Sykes e Lowes in sesta e settima posizione rispettivamente, mentre Michael Ruben Rinaldi ha chiuso con un’ottima ottava posizione al suo debutto nel Sbk. In classifica il leader Rea consolida il vantaggio di 14 punti su Marco Melandri.