Scott Redding, 26 anni / Getty
in foto: Scott Redding, 26 anni / Getty

Debutto in Superbike per Scott Redding. Nella prossima stagione sarà il pilota britannico, ex MotoGP, da quest’anno impegnato nel British Superbike, ad affiancare Chaz Davies nel team Aruba Racing Ducati. L’annuncio ufficiale toglie ogni dubbio sulle scelte operate dalla Casa di Borgo Panigale che davanti al ‘no' definitivo dello spagnolo Alvaro Bautista, convinto dall'offerta della Honda, punta sul 26enne pilota di Quedgeley, che avrà così possibilità di rilanciarsi in un campionato del mondo, in una coppia tutta britannica con il suo compagno di squadra.

Sulla Ducati Redding al posto di Bautista nel 2020

Contratto per il solo 2020 per Redding, che in pista dovrà confermare la fiducia riposta in lui dal team. “Entrare a far parte di questa squadra– dice Redding – è qualcosa che desideravo da tempo, perché lavorare con una squadra con cui potrò lottare per il titolo mondiale è davvero una grande opportunità per meSono davvero molto contento anche se, ovviamente, adesso rimarrò focalizzato al cento per cento sul British Superbike –  non dimentica il britannico che, da inizio stagione, ha conquistato sei vittorie e cinque pole position nel BSB è al secondo posto nella classifica generale con la Ducati Panigale V4 R del team Be Wiser Racing – .  Voglio provare a vincere questo campionato con la Ducati del team Be Wiser Racing prima di tornare a correre nuovamente in un campionato del mondo. Desidero ringraziare tutti quelli che hanno reso possibile questo sogno, e non vedo l'ora di salire in sella alla Panigale V4 R ufficiale nel mondiale Superbike!”.

Ad accoglierlo in squadra, il team principal, Stefano Cecconi. “È con grande piacere che diamo il benvenuto a Scott nel nostro team. Pur essendo un rookie nel BSB, alla prima esperienza con la Panigale V4R e con tante piste mai viste, Scott ha dimostrato da subito di essere velocissimo e di poter puntare dritto al titolo. Per questo abbiamo seguito con interesse ed apprezzato le sue prestazioni ben prima di trovarci a scegliere chi affiancare a Chaz nelle prossime stagioni. Con la sua determinazione ed esperienza sono convinto che potrà essere veloce fin da subito anche con la moto in versione WSBK”.

Si concluderà quindi il prossimo 26 ottobre, sul circuito di Losail, in Qatar, l'avventura di Bautista con la Ducati. Quando mancano ancora quattro round da disputare (Portogallo, Francia, Argentina e Qatar) il pilota spagnolo, 34 anni, al suo esordio in Superbike quest’anno con la Panigale V4 R, è in seconda posizione nel campionato con 352 punti ed ha finora vinto 14 gare, portando la moto bolognese al trionfo fin dalla gara del debutto a Phillip Island e poi aggiudicandosi anche le dieci gare successive.