Jonathan Rea / SBK
in foto: Jonathan Rea / SBK

Gara-2 a Donington Park ed è ancora Jonathan Rea a salire sul gradino più alto del podio. Dopo la vittoria di ieri in gara-1 e quella nella Superpole Race di questa mattina interrotta da una bandiera rossa per la rottura del motore di Hickman che ha sporcato la pista di olio, il campione in carica della Kawasaki si assicura anche la manche che di fatto chiude il weekend inglese della Superbike, l’ottavo round del campionato.

Tripletta di Rea a Donington

Prima tripletta di questa stagione per Rea, capace di resistere agli attacchi del compagno di marca Toprak Razgatlioglu che con la ZX-10RR del team Puccetti è anche riuscito a mettergli le ruote davanti, salvo essere beffato nel finale quando l’iridato ha dato l’ultimo strappo. Contiene i danni Alvaro Bautista che dopo la caduta di ieri e il quarto posto di questa mattina, riesce a salire sul podio e lascia Donington con 24 punti di ritardo dal nuovo leader iridato. Lo spagnolo, partito dalla quarta casella, ha superato Leon Haslam nella seconda metà gara, nonostante le difficoltà avute dalla Ducati in questo weekend, piazzando la sua Panigale V4 R davanti alla Verdona ufficiale dell’idolo di casa. Grandi difficoltà anche per Chaz Davies che con la sua Ducati chiude in nona posizione, a 18 secondi dal vincitore della gara, seguito da Marco Melandri che completa la top ten.

L’appuntamento con la Superbike si rinnova tra una settimana con il round a stelle e strisce di Laguna Seca (12-14 luglio) dove lo scorso anno fu proprio Rea a mettere in cassaforte una preziosa doppietta in ottica Mondiale mentre Bautista (che a Laguna Seca ha corso in MotoGP) vanta come miglior risultato il 4° posto del 2013 con la Honda del team Gresini.