Tesla ha comunicato di aver immediatamente inviato una squadra per indagare sull’esplosione di una delle sue auto elettriche che si è verificata domenica sera in un parcheggio di Shanghai. Il video dell’esplosione, ripreso dalle telecamere di sorveglianza, è stato pubblicato sul popolare social network Weibo, totalizzando oltre 22 milioni di visualizzazioni.

Tesla esplode in un parcheggio, il video virale in Cina

Nelle immagini si vede del fumo bianco fuoriuscire da sotto a una Tesla Model S parcheggiata al coperto, vicino ad altre auto. Poi la forte esplosione, senza un’apparente ragione, a scatenare le fiamme che hanno bruciato il veicolo. “Stiamo attivamente contattando i servizi competenti e offriamo la nostra collaborazione per capire cosa è successo. Secondo le informazioni raccolte finora, non ci sono morti o feriti” si legge in una traduzione del post di Tesla sul suo account ufficiale Weibo.

Tesla ha confermato che non si tratta del primo incidente di questo genere nel mondo. Dal 2013 sono 14 i casi di incendio accertati. In casi analoghi a quello ripreso dalle telecamere di sorveglianza, la casa automobilista ha affermato che le auto a benzina rischiano di incendiarsi anche dieci volte di più delle auto elettriche. Negli Usa, secondo i dati della National Fire Protection Association, nel 2015 sono stati circa 174mila gli incendi di auto con motore endotermico, pari 1 incendio ogni 1.500 veicoli alimentati a carburante. Per le auto elettriche, invece, la media di attesta a 1 incendio ogni 7.500 veicoli.

Il mercato cinese rappresenta una delle piazze più importanti per Tesla, un mercato che vale circa due miliardi di dollari di vendite l’anno ed è pari al 20% del fatturato della società di Palo Alto. Il costruttore vuole incrementare le immatricolazioni con la nuova fabbrica di Shanghai, ampliando la produzione prevista a 500 mila unità l’anno. Il ceo di Tesla, Elon Musk, si è riunito lunedì con gli investitori per discutere della tecnologia di guida autonoma ed entro questo settimana Tesla dovrebbe comunicare i risultati finanziari del primo trimestre 2019.