Yamaha Petronas o addio? In caso di un eventuale passaggio al team satellite “non sarà per forza per due stagioni”. Valentino Rossi sembra avere le idee chiare di quello che potrebbe essere il suo futuro in SRT, dove porterebbe tutta o parte del suo team. “Dipenderà molto dalla decisione di Quartararo, ma non ne abbiamo ancora parlato. Ma se deciderò di continuare, lo farò anno per anno. Credo sia la cosa migliore e anche la Yamaha è d'accordo. Ho chiesto il loro supporto, hanno risposto positivamente. In caso di passaggio in Petronas, non cambierebbe molto per me. La cosa importante è che la Yamaha sia contenta di continuare a lavorare insieme. Inoltre, sarà importante sapere di avere eventualmente una moto ufficiale e il massimo del supporto anche nel 2021”.

Rossi: "Senza risultati, non continuo"

Rossi si è dato tempo sette-otto gare per capire quanto potrà essere competitivo. Se deciderà di continuare a correre, la conseguenza della sua attesa sarà quella di non farlo in un team ufficiale. “Da una parte è stato difficile prendere la decisione di smettere con il team ufficiale nel 2021, dall'altra non è stata una decisione difficile, dato che non voglio continuare se non sono competitivo”. Valentino ha ancora voglia di correre (“Il mio primo obiettivo è continuare nel 2021”) ma tutto dipenderà dai risultati. “Per provare a restare al top, in qualunque sport, soprattutto quando non sei più molto giovane, hai bisogno di un grande sforzo, devi lavorare al massimo ogni giorno nella MotoGP moderna. Questo è quello che puoi fare se hai ancora motivazioni e gioia di correre: il risultato è l’aspetto più importante”.

Valentino Rossi con i colori per il 2020 / Yamaha
in foto: Valentino Rossi con i colori per il 2020 / Yamaha

Quella che partirà il prossimo 8 marzo dal Qatar sarà la venticinquesima stagione di Rossi nel Mondiale, la numero quindici con la Yamaha ufficiale, un’annata che dall’inizio sarà determinante nelle scelte future di Valentino. Si ripartirà dal rebus 2021 e dalla fanta-possibilità che in Petronas si riformi la coppia Rossi-Lorenzo, ora che lo spagnolo è rientrato in Yamaha. “Sarebbe bellissimo riavere un team Rossi-Lorenzo perché ti viene subito in mente Barcellona 2009 – scherza Valentino  – . Ma credo che chi si meriti di più quel posto sia Morbidelli, perché è giovane e veloce”.