in foto: i piloti sul podio della 100 km dei Campioni

La 100 km dei Campioni come un Gp del mondiale: per l’edizione 2017 dell’appuntamento clou al Ranch di Tavullia, Valentino Rossi non ha lasciato nulla al caso. Tribune, pass e perfino la tv (la sfida sarà trasmessa il 25 dicembre alle ore 21.15 sul Sky Sport MotoGP canale 208) tra polvere, affari ma anche qualche grana, visto che alcuni vicini hanno denunciato l’inquinamento acustico e alcune inadempienze amministrative del “parco giochi” del Dottore. La sentenza del Tar è attesa a giorni ma, di quella che tra le tante attività del pesarese sembra essere la sola bega, non c’è stata neppure l’ombra.

Clara Rossi canta l’inno di Mameli.

Sotto un tiepido sole che poco ha potuto contro un’aria gelida da togliere il fiato, come nelle gare del mondiale, risuonano le note dell’inno nazionale, cantato dalla sorella di Valentino, Clara Rossi, mentre due Yakovlev della seconda guerra mondiale squarciano il cielo. Poi è il momento della partenza, stile Le Mans, con i piloti che corrono incontro alle moto mantenute dai meccanici. In pista 18 coppie per un totale di 36 piloti di cui 20 del Motomondiale, tra nomi pesanti e campioni del mondo, compresi Franco Morbidelli iridato Moto2 e Joan Mir campione Moto3, oltre ai piloti della Vr46 Academy, del mondiale Superbike e del Cev.

Stravince la coppia Morbido-Paso, Rossi giù due volte.

Come da previsione, grandi battaglie in pista e diverse cadute, ma anche problemi tecnici come quello sulla moto di Scalbi che ha costretto lui e Federico Fuligni in coda al gruppo. Nove i cambi moto prima del traguardo nei quali i piloti si sono alternati sulle rispettive moto. Dopo due ore sfiancanti, a stravincere è stata la coppia Morbidelli-Pasini che ha chiuso davanti a Valentino Rossi e il fratello Luca Marini. Un risultato in linea con quello della stagione, con Valentino caduto due volte nel corso del quinto cambio moto e Luca caduto già alla prima curva dopo la partenza. Nonostante le cadute, i fratelli Rossi-Marini sono comunque riusciti a chiudere al secondo posto davanti alla coppia formata da Danilo Petrucci e Lorenzo Baldassarri, sopravanzati dopo l’ultimo cambio moto.

Rossi: “Il Ranch mi ha allungato la carriera”.

Come da tradizione del Ranch, ai vincitori della sfida a metà tra il ludico e l’agonistico sono andate una coppa vera e una da mangiare. E nonostante la piazza d’onore, Valentino non ha perso il suo sorriso, visto che tutto è andato alla grandissima. “Da qui è partito tutto. Il Ranch per me è un posto importante, il luogo della condivisione e del lavoro. A volte penso che mi ha allungato la carriera” sono state le parole di Rossi come riporta Corriere della Sera, prima dei saluti. “Ora vado in vacanza, ci vediamo la prossima stagione”. Per il Dottore adesso ci saranno i giorni della pausa invernale e del meritato relax, prima di ritrovare la sua Yamaha per il primo appuntamento ufficiale, il 24 gennaio, per la presentazione della sua nuova M1 2018, qualche giorno prima dei test pre-campionato di Sepang che apriranno ufficialmente la stagione MotoGP.