La notizia del suo incidente aveva spiazzato e gettato nello sconforto tutti i suoi tifosi. A distanza di pochi giorni dal suo incidente in allenamento e dalla sua operazione, necessaria per ridurre la frattura di tibia e perone, Valentino Rossi ha stupito nuovamente l'intero "circus" della MotoGp e si è presentato ai box di Misano con la sua Yamaha. Nelle scorse ore, il "Dottore" ha infatti guidato per pochi giri una Yamaha R1M sull'asfalto del circuito romagnolo, prima di doversi fermare per la pioggia. Un test importante, per verificare le sue condizioni fisiche e soprattutto per capire se davvero potrà tornare incredibilmente in pista già nel prossimo weekend, in occasione del Gp di Aragon. Il test era previsto per la giornata di domani ma è stato anticipato a causa delle previsioni meteo che, per la giornata di domani, hanno previsto pioggia sulla zona intorno al circuito.

L'incidente e l'operazione chirurgica.

Nonostante il comunicato stampa della Yamaha, che giorni fa aveva comunicato che Rossi sarebbe stato sostituito da Van der Mark in occasione del prossimo Gp, qualche piccola speranza di rivedere il campione di Tavullia al via del Gran Premio d'Aragona comincia a farsi largo nei pensieri dei tifosi del "Dottore". L'incidente che ha obbligato Valentino Rossi all'operazione, è accaduto lo scorso 31 agosto mentre il pilota si stava allenando in sella ad una moto da enduro nei pressi di Tavullia.

Subito soccorso, il nove volte iridato era stato inizialmente trasportato all'Ospedale Civile di Urbino per le prime cure e successivamente spostato ad Ancona per l'intervento chirurgico. "Voglio tornare in moto al più presto e farò del mio meglio perché accada", disse ai cronisti all'uscita dall'ospedale. Una promessa che Valentino sta cercando di mantenere a tutti i costi.