Sebastian Vettel – LaPresse
in foto: Sebastian Vettel – LaPresse

La Ferrari torna in pista a Spa-Francorchamps, un tracciato sul quale la SF90 dovrebbe poter recitare il ruolo di grande favorita: le caratteristiche della pista belga, con i lunghi rettilinei soprattutto nella prima e nella terza parte, potrebbero rappresentare un toccasana per cancellare lo zero dalla casella vittoria e dare lo slancio giusto in vista di Monza. Due gare decisive per le velleità della Rossa, lontana dalla vetta della classifica ma con qualche minima speranza di riaprire un campionato che, almeno per ora, appare saldamente in mano agli avversari della Mercedes.

Il tedesco vuole tornare a vincere

A provarci sarà soprattutto Sebastian Vettel; il tedesco, infatti, è a secco da 20 gare consecutive con l'ultima vittoria arrivata proprio l'anno scorso a Spa-Francorchamps. Un digiuno lunghissimo per il quattro volte campione del mondo che, però, non vive la ricerca della vittoria come un'ossessione anche se il digiuno comincia a farsi pesante.

Non guardo al fatto che è un anno che non vinco, dipende anche dal tipo di gara; se ci fossero state 20 gare che avremmo potuto vincere sarei deluso, ma non è stato questo il caso – sono state le sue parole in conferenza stampa – Non credo che partiamo da favoriti, specie pensando al distacco accumulato in Ungheria, ma di solito siamo bravi a sfruttare al massimo le nostre opportunità quindi vediamo. Stiamo lavorando duro per massimizzare il nostro pacchetto e le situazioni di gara che si presenteranno, la Red Bull ci ha insegnato che il gap dalla Mercedes si può colmare. A inizio anno erano dietro di noi, adesso ci hanno superato e hanno avvicinato le Mercedes. Dobbiamo continuare a lavorare.

Leclerc soddisfatto della sua stagione

Ad essere convinto di potersi giocare le proprie chance non è solo Sebastian Vettel, ma anche Charles Leclerc: il monegasco è ancora alla ricerca della sua prima vittoria al volante della Rossa e il GP del Belgio può essere quello giusto per centrare un successo che lo renderebbe il più giovane pilota a salire sul gradino più alto con indosso la tuta della scuderia di Maranello. I risultati, fino ad ora, sono più che soddisfacenti, ma Leclerc è convinto di poter fare ancora meglio: "Sono felice della stagione anche se ci sono cose che non mi sono piaciute come gli errori commessi. Durante le vacanze ho staccato, ho pensato ad altro e ora ci concentriamo lavorando duro per far i miglior risultati possibili" ha chiarito il monegasco.