Sebastian Vettel –LaPresse
in foto: Sebastian Vettel –LaPresse

L'arrivo del tifone Hagibis ha stoppato ogni attività riguardante il GP del Giappone cancellando l'intera giornata di sabato e spostando a domenica mattina la sessione di qualifiche che deciderà lo schieramento di partenza della gara; un evento che rende ancora più particolare una delle gare più iconiche dell'intera stagione di Formula 1, un'occasione in più da sfruttare per i piloti Ferrari  – che vogliono riprendere il feeling con la vittoria dopo aver portato a casa 3 vittorie nelle quattro gare disputate al rientro dalla sosta estiva – e in particolare da Sebastian Vettel che ha sempre dimostrato un rapporto speciale con la pista di Suzuka tanto da scendere in pista con un casco speciale proprio per rendere omaggio al suo tracciato preferito.

Correre con un casco speciale non certo una novità per il quattro volte campione del mondo, soprattutto nel GP del Giappone, e per questa volta il pilota della Ferrari ha scelto di rendere omaggio alla cultura del Sol Levante presentandosi in pista con un elmetto che presenta un ninja su sfondo rosso nella parte posteriore mentre sulla calotta, nella parte superiore, la scritta "Suzuka" realizzata con i colori della bandiera tedesca, a sottolineare il grande feeling che lega Vettel e la pista nipponica sulla quale ha ottenuto ben 4 successi anche se nessuno al volante della Rossa.

Un casco speciale, realizzato da Jens Munser Designs in collaborazione come avvenuto lo scorso anno con Agnieszka Wienand, per un evento che il tedesco si augura diventi ancor più speciale: dopo aver ritrovato la vittoria a Singapore, interrompendo un digiuno che durava da oltre un anno, Vettel ha voglia di riconfermasi su una delle sue piste preferite per ristabilire le gerarchie in Ferrari e rendere meno amara una stagione che, nonostante il ritorno al successo, non può certo essere definita positiva.