Un giro da favola per prendersi la prima pole position stagionale – la seconda per la Ferrari dopo quella di Leclerc in Bahrain – e riaprire, forse, un mondiale che sembrava già scritto: Sebastian Vettel, in Canada, scatterà davanti a tutti per la prima volta in un 2019 avaro di soddisfazioni per la Rossa ma soprattutto interrompe un digiuno che durava da 17 gare visto che l'ultima volta che era riuscito a prendersi la prima posizione in qualifica risaliva al GP di Germania dell'anno scorso.

Sebastian Vettel – Getty images
in foto: Sebastian Vettel – Getty images

Il tedesco interrompe un digiuno che durava da 17 gare

Una maledizione interrotta per il tedesco, l'inizio di un nuovo capitolo di una carriera densa di soddisfazioni, ma non con la Ferrari: il ritardo dalla Mercedes è ancora troppo ampio e i punti si assegnano solo in gara, ma partire davanti in un periodo così complicato rappresenta una liberazione per il quattro volte campione del mondo che, nell'immediato post qualifica, non fa nulla per trattenere l'emozione:

Il giro è stato bellissimo, adesso sono pieno di adrenalina: in questi casi senti l'aderenza della macchina che va forte e la devi solo seguire. Mi sono divertito, sono molto contento per me e per il team perché le ultime 17 gare sono state molto dure per noi – ha confidato nell'immediata post qualifica -.  Il giorno importante sarà quello della gara. La macchina era molto migliore oggi, ha dato buone sensazioni quindi possiamo portarci questo slancio domani. Dobbiamo evitare la gomma rossa, per fortuna siamo riusciti a qualificarci con quella media. Le Mercedes saranno velocissime sulla lunga distanza ma cercheremo di stare davanti.

Leclerc si congratula con Seb

Un errore non gli ha permesso di colorare l'intera prima fila di rosso Ferrari, ma Charles Leclerc può essere soddisfatto della sua qualifica visto il 3° posto dal quale scatterà in gara con la concreta possibilità di attaccare Lewis Hamilton già alla prima curva. Una sessione in altalena quella del monegasco che però non si tira indietro e guarda già alla gara: "Ho faticato un po' con la macchina e nel terzo settore ho sbagliato, non sono riuscito a seguire bene i miglioramenti della pista. Forse devo ancora lavorare su questo, devo trovare l'asseto giusto soprattutto per fare le qualifiche. Congratulazioni però a Seb perché ha fatto una qualifica fantastica, se lo merita. Passo gara? Siamo andati abbastanza bene, speriamo di ripeterci domani e di trarne forza" ha concluso il giovane pilota della Ferrari.