Sebastian Vettel e Charles Leclerc – Getty images
in foto: Sebastian Vettel e Charles Leclerc – Getty images

C'è voglia di riscossa in casa Ferrari: i passi in avanti mostrati dalla SF90 in Austria sono il frutto non solo delle caratteristiche della pista, ma anche di un lavoro importante in fase di sviluppo che ha permesso alla Rossa di essere competitiva. Adesso, però, la scuderia italiana è chiamata alla prova del nove su una pista come quella di Silverstone sulla quale la favorita d'obbligo è la Mercedes, padrona di casa e dominatrice assoluta dell'era ibrida della Formula 1.

Il tedesco cerca il bis

L'anno scorso fu un trionfo Ferrari con Vettel a tagliare per primo il traguardo dopo una gara magistrale: il tedesco sa che sarà complicato ripetere quella gara, ma in cuor suo ci spera, rinfrancato dalla rimonta messa in atto in Austria che lo ha portato a rosicchiare una manciata di punti al rivale Lewis Hamilton.

Credo che gareggiare a Silverstone sia speciale per tutti i piloti perché quella inglese è una pista molto bella, con tante curve veloci. È anche molto tecnica, specialmente nella prima parte, dove ci sono le curve nuove, anche se la mia preferenza rimane per la vecchia parte con quelle più veloci. Per chi corre in Formula 1 ci sono poche sequenze più belle di quella formata da Maggots-Becketts-Chapel che introduce all’Hangar Straight – le sue parole al sito ufficiale della Ferrari -. Credo che a un pilota quelle curve non possano non piacere, e certamente io le adoro. Abbiamo vinto qui lo scorso anno e questo è anche il luogo in cui la Scuderia Ferrari ha conquistato la sua prima affermazione in Formula 1 tanto tempo fa. Qui a Silverstone respiri la storia del motorsport e anche quella della Ferrari.

Leclerc vuole dimenticare l'Austria

Ha voglia di rimettersi subito al volante anche Charles Leclerc, il grande deluso della gara austriaca: il monegasco, infatti, si è visto togliere la prima vittoria in F1 dalla manovra al limite di Verstappen e dalla decisione dei commissari di non penalizzare l'olandese. Adesso, però, il giovane pilota della Ferrrari è pronto a mettersi tutto alle spalle guardando alla gara di Silverstone con ottimismo: "Sono contento di tornare in pista sul tracciato di Silverstone. Questo circuito è molto bello da guidare e propone una serie di curve che per noi piloti sono veramente straordinarie, specie con queste vetture dal carico aerodinamico così elevato. Anche l’atmosfera britannica legata al motorsport è decisamente piacevole, con tante persone che ci supportano. Poter prendere il via di una gara così iconica è senza dubbio un privilegio. Come sempre siamo pronti a dare il massimo per ottenere il miglior risultato possibile" sono state le sue parole.