Sebastian Vettel – LaPresse
in foto: Sebastian Vettel – LaPresse

All'orizzonte la Germania, poco più in là l'Ungheria: due tappe che condurranno la Formula 1 alla pausa estiva e ai primi bilanci da parte delle scuderie che saranno costrette a fare i conti con la realtà e a decidere, una volta tornati in pista, se indirizzare lo sviluppo verso la prossima stagione o mettere sul piatto gli ultimi sforzi per centrare l'obiettivo stagionale. In questo senso la gara di Hockenheim, che segna la metà esatta della stagione, dirà molto non solo alle scuderie ma anche ai piloti.

Hamilton per la storia, l'inglese può scavalcare Schumacher

Chi cerca riscatto nella sua terra è Sebastian Vettel: l'edizione 2018, infatti, fu un vero disastro con il GP condotto in testa per quasi tutta la durata e poi l'errore, sull'asfalto reso viscido dalla pioggia, che lo costrinse a finire mestamente contro le barriere mentre alle sue spalle lo storico rivale passava andando a vincere gara e una bella fetta di mondiale. Deve riscattarsi il tedesco che, in Germania, ha vinto solo una volta e, in un 2019 avaro di soddisfazione, scenderà in pista per cercare il bis. Chi invece punta alla storia è Lewis Hamilton: dopo aver conquistato il record a Silverstone, diventando il più vincente di sempre, l'inglese vuole riprovarci anche con la Germania. Solo lui e Michael Schumacher, infatti, sono riusciti a conquistare la gara per 4 volte e una nuova affermazione da parte del pilota Mercedes lo porterebbe ad essere l'unico nella storia a trionfare per 5 volte in terra tedesca.

Lewis Hamilton festeggia la vittoria in Germania – Getty images
in foto: Lewis Hamilton festeggia la vittoria in Germania – Getty images

Una gara, quella di Hockenheim che, seppur con obiettivi diversi, proporrà ancora una volta la sfida tra Vettel e Hamilton; Ferrari contro Mercedes, quindi, con la scuderia di Maranello che in Germania non sembra avere rivali. Nelle 63 edizioni fin qui disputate, infatti, il Cavallino è riuscito a trionfare ben 21 volte diventando di gran lunga in team più vincente: la prima delle inseguitrici è la Williams con 9 successi, appena davanti alla McLaren con 8 mentre le Frecce d'argento sono a quota 4. Un'occasione importante per la Rossa non solo per togliere quel fastidioso zero dalla casella delle vittorie 2019, ma anche per ribadire ancora una volta, in un periodo non certo fortunato, la propria importanza nella storia della Formula 1