Sebastian Vettel – Getty images
in foto: Sebastian Vettel – Getty images

Un terzo posto che ha il sapore della sconfitta: dopo la grande rimonta in Germania, che lo aveva portato dal 20° al 2° posto, Sebastian Vettel deve accontentarsi dell'ultima piazza del podio, strappata con grinta al compagno di squadra Charles Leclerc ma senza mai essere in partita per puntare alla vittoria.

Vettel traccia un bilancio di metà stagione

Una gara, quella dell'Hungaroring, che non può di certo soddisfare il tedesco così come la Ferrari intera: troppo sfavorevole la pista ungherese per sperare di vincere, ma anche troppo brutta la Rossa – capace di rimediare un minuto di ritardo dai due battistrada – per essere vera. La pausa estiva arriva forse al momento giusto per la scuderia di Maranello e per il pilota tedesco che, alla ripresa, affronterà la gara la di Spa-Francorchamps, l'ultima pista sulla quale riuscì a chiudere in testa e sulla quale spera di interrompere un digiuno di vittorie che dura ormai da 20 gare.

Spa e Monza sulla carta sembrano migliori per noi, ma vedremo. Non sono contento di quanto fatto fino ad ora, voglio migliorare. Sarà una pausa impegnativa per noi, nessuno riposerà e speriamo di avere nuove idee per questa seconda metà di stagione – ha dichiarato al termine della gara -. Oggi ero quarto, non avevo nulla da perdere. Ho fatto un primo stint molto lungo e speravo che le soft durassero fino alla fine. C'è stata un'opportunità e io l'ho colta, sono soddisfatto di prendere un “contentino” anche se non abbiamo avuto passo per tutto il weekend. Dovremo lavorare tanto, ricaricare le batterie e continuare con la battaglia. Ci saranno piste sulle quali andremo meglio, ma dobbiamo diventare più forti. 

Leclerc: "Sapevo che sarebbe stata una gara difficile"

Se Vettel non può essere soddisfatto lo stesso vale per Charles Leclerc, quarto e mai in gara per la vittoria nonostante un'ottima partenza. Il monegasco, nonostante un buono start, ha iniziato a faticare da subito subendo nel finale anche il sorpasso dal compagno di squadra Vettel. Un weekend complicato quello vissuto da Leclerc che, a fine gara, pensa già al futuro e a come avvicinare Mercedes e Red Bull: "Oggi è stato difficile, Mercedes e Red Bull andavano più forte ed era impossibile seguirle. C'è qualcosa da imparare da questa gara perché faticavo nel posteriore, Seb soffre di meno quindi voglio capire cosa fa meglio di me. Da inizio weekend sapevo che sarebbe stata una gara difficile per noi, magari un po' di più di quello che pensavo ma me lo aspettavo. Adesso c'è la pausa, ma io voglio già tornare in macchina e capire cosa possiamo fare per avvicinarci a Mercedes e Red Bull" ha dichiarato ai microfoni di Sky.