La rincorsa mondiale si fa sempre più dura per Sebastian Vettel, costretto a vincere per sperare di poter ancora agguantare Lewis Hamilton, colmando il gap di 50 punti che separa i due e conquistando un titolo che, a 5 gare dal termine della stagione, appare ormai saldamente in mano al britannico della Mercedes.

Sebastian Vettel – Getty images
in foto: Sebastian Vettel – Getty images

Il tedesco pessimista in vista della qualifica

A frustrare le speranze di rimonta del tedesco ci hanno pensato le prime due sessioni di prove libere che hanno visto l'inglese dominare rifilando un distacco alla Ferrari di 8 decimi. Una prestazione, quella di Hamilton, apparsa troppo superiore rispetto non solo alla Rossa, ma a tutti gli altri team dello schieramento, tanto da far venire il sospetto che la scuderia di Maranello, complice il finale di stagione tirato e la rotazione dei motori, abbia giocato a carte coperte per non incorrere in rotture o contrattempi che a questo punto del mondiale sarebbero fin troppo dannose. A confermare questa tesi ci sono anche le parole di Vettel che, però, ha ammesso come recuperare un gap simile, in qualifica, sarà piuttosto complicato.

Sono soddisfatto, è stato un venerdì più tranquillo per noi rispetto ad altre gare; sono più o meno contento della macchina, anche se non siamo molto veloci. Adesso dobbiamo lavorarci stanotte e cercare di essere veloci in qualifica per un solo giro – ha dichiarato il tedesco ai microfoni di Sku Sport -. Vediamo cosa succederà in qualifica, per ora sono contento, ma se la Mercedes sarà veloce come oggi sarà difficile conquistare la pole position. La pioggia? Forse potrebbe essere un bene per noi, ma adesso dobbiamo fare il nostro lavoro e poi vediamo.

Raikkonen: "C'è ancora molto lavoro da fare"

C'è molto lavoro da fare in casa Ferrari per cercare di colmare un divario che, allo stato attuale, appare fin troppo netto; la superiorità della Mercedes, nelle prime due sessioni di prove libere, è stata fin troppo evidente lasciando poche speranze agli avversari. Sarà compito dei meccanici mettere sia Vettel sia Raikkonen nelle condizioni di battagliare con le Frecce d'argento anche se il finlandese non sembra troppo convinto di potersi ancora giocare le proprie chance: "È stato un venerdì normale, ho faticato come sempre cercando di tenere i tempi abbastanza bassi ma c'è ancora molto da fare. La pioggia può aiutare? Non so se domani pioverà o meno, vediamo cosa ci portano le nuvole", è stato il suo commento.