Ford e Volkswagen insieme – LaPresse
in foto: Ford e Volkswagen insieme – LaPresse

Dopo un lungo corteggiamento e una serie di trattative, il matrimonio tra Volkswagen e Ford è stato celebrato: i due colossi dell'auto, infatti, hanno raggiunto l'accordo sancendo così l'alleanza globale tra due delle superpotenze del mondo automobilistico. Le case, quindi, lavoreranno insieme nella produzione di pickup e van a partire dal 2022. Oltre a questo, però, potrebbero aprirsi altre strade visto che sono in fase di esplorazione nuove collaborazioni con tedeschi e americani che potrebbero unire le forze anche per quanto riguarda lo sviluppo di auto elettriche e autonome e nei servizi di mobilità.

L'accelerata decisiva a Detroit

La stretta di mano decisiva è arrivata al Salone di Detroit dove le due case automobilistiche hanno ufficializzato l'accordo in seguito all'intensificarsi dei colloqui negli ultimi 6 mesi; la partnership tra i colossi, però, come specificato da entrambe le parti, non porterà a una fusione. Le società stimano che la cooperazione commerciale per furgoni consentirà di ottenere risultati operativi annuali al lordo delle imposte migliori, a partire dal 2023. A governare la nuova alleanza sarà un comitato congiunto guidato dal CEO di Volkswagen, Herbert Diess, e dal CEO di Ford Jim Hackett, insieme ad alti dirigenti di entrambe le aziende. "Nel tempo, questa alleanza aiuterà entrambe le aziende a creare valore e a soddisfare le esigenze dei nostri clienti e della società – ha dichiarato Hacket-. Non solo guiderà efficienze significative e aiuterà entrambe le aziende a migliorarsi, ma ci darà anche l'opportunità di collaborare per dare forma alla prossima era della mobilità".

La nuova alleanza, dunque, sancisce la nascita di un nuovo colosso. Un risultato che ha fatto felice anche il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, che in un tweet si è congratulato con Volkswagen per l'investimento da 800 milioni di dollari a Chattanooga, Tennessee: Produrranno auto elettriche. Congratulazioni a Chattanooga e al Tennessee per il lavoro ben fatto. Una grande vittoria" è stato il suo commento.