Alonso sulla Toyota TS050 Hybrid – Getty images
in foto: Alonso sulla Toyota TS050 Hybrid – Getty images

Piovono penalità nelle qualifiche della 6 Ore del Fuji, quarto appuntamento della stagione WEC, il mondiale endurance, che vede impegnato Fernando Alonso con la Toyota TS050 Hybrid. Lo spagnolo, insieme al suo equipaggio composto da Sébastien Buemi e Kazuki Nakajima, è riuscito a conquistare il miglior tempo conquistando così la pole position e candidandosi all'ennesimo successo in una stagione che, squalifica a parte a Silverstone, l'ha sempre visto chiudere davanti a tutti.

Lo spagnolo in pole dopo la squalifica della vettura gemella

Una qualifica, quella andata in scena sul tracciato del Fuji, decisamente particolare: prima era stata la vettura numero 8, guidata da Alonso e compagni, a prendersi il miglior crono venendo però penalizzata a causa di una violazione dei limiti della pista nel crono ottenuto da Buemi e per questo retrocessa perdendo la prima casella dello schieramento. Poi, a sorpresa, ecco la penalizzazione anche per l'altra vettura della casa giapponese guidata da Kamui Kobayashi, José Maria Lopez e Mike Conway per un eccesso di velocità in pit lane da parte di Lopez, una volta che l'argentino è tornato ai box dopo il suo giro lanciato. I commissari di gara, quindi, hanno deciso di far scattare dall'ultimo posto la Toyota numero 8 ridando all'equipaggio di Alonso la pole position.

Lo spagnolo, che ha già corso al Fuji con le monoposto di Formula 1, ringrazia e porta a casa candidandosi alla terza vittoria – su quattro appuntamenti – della sua stagione. Un trionfo annunciato che potrebbe già mettere in una posizione di relax il pilota della McLaren visto che gli unici avversari temibili sono i compagni di squadra, già distanti. Difficile che il titolo possa sfuggire, in caso di vittoria anche al Fuji, ad Alonso che potrebbe così diventare campione anche nel mondiale endurance nonostante manchino ancora parecchie gare alla fine della stagione.