Kimi Raikkonen – Getty Images
in foto: Kimi Raikkonen – Getty Images

La vicenda che vede coinvolti Kimi Raikkonen e una donna canadese assume i contorni del giallo: il pilota della Ferrari, pochi giorni fa, aveva sporto denuncia per molestie ed estorsione nei confronti di una ragazza canadese, rea di averlo ricattato attraverso i social network chiedendogli una grossa somma di denaro in cambio del silenzio su quanto avvenuto ad una festa in cui il finlandese le avrebbe toccato il seno. Adesso, però, è arrivata la controffensiva della donna che ha deciso di rivolgersi alle autorità di Montréal per denunciare l'aggressione sessuale subita.

La donna è pronta a lottare per avere giustizia

Cassandra Talula Dias-Greizis, questo il nome della giovane, ha deciso di uscire allo scoperto. Secondo la sua versione il pilota della Ferrari, nella sera in questione, sarebbe stato ubriaco e avrebbe chiesto alla donna il prezzo per averla dopo aver ordinato un drink. La Dias-Greizis, che lavorava al bar Velvet Speakeasy di Montréal, avrebbe rifiutato e al momento di pagare il contro, Raikkonen le avrebbe afferrato un seno mentre un suo amico sarebbe sceso più in basso. "È un uomo che ha tanti tifosi e un'industria che vale miliardi alle sue spalle. È alla Ferrari, e ha un esercito di avvocati. Ma se Kimi, i media e i suoi avvocati vogliono fare una guerra contro la verità, io sono prontaIl mio corpo non è in vendita, non ho mai acconsentito a nulla con lui. Ora mi sento a disagio in presenza di uomini e in situazioni romantiche. sono state le sue parole all'emittente TVA Nouvelle. Nessun riferimento, invece, alla presunta somma di denaro che avrebbe chiesto al finlandese per il silenzio: "È importante saperlo? Poco importa se ho domandato un milione o due miliardi di dollari, non c’è prezzo che possa riparare ciò che ha fatto. Ero cosciente che se fosse andato alla Polizia, i media avrebbero parlato di questa vicenda. Io avrei voluto gestirla diversamente, discuterne con lui faccia a faccia" ha concluso.

La posizione della Ferrari

Una situazione, quella nella quale è coinvolto Raikkonen, della quale si stanno già occupando gli avvocati del pilota che, dal canto loro, hanno già chiarito di negare ogni coinvolgimento da parte del finlandese confermando come il campione del mondo 2007 abbia ricevuto una richiesta di denaro. Anche la Ferrari sta monitorando attentamente la situazione: la scuderia italiana ha un rigido codice di comportamento interno e, ovviamente, le molestie sessuali non sono tollerate dai vertici del Cavallino. L'indagine interna condotta dalla casa di Maranello, come riportato dalla Gazzetta dello Sport, non ha portato a elementi che possano confermare la tesi della donna, ma sarà comunque una vicenda da chiarire al più presto. Il prossimo 10 giugno si correrà proprio in Canada e Raikkonen potrebbe essere interrogato dalle forze dell'ordine in merito alla vicenda: sarà un fine settimana poco tranquillo per il pilota che, però, sarà regolarmente al via della gara.