NTT IndyCar Series, Fonte INDYCAR – Joe Skibinski
in foto: NTT IndyCar Series, Fonte INDYCAR – Joe Skibinski

Al via la 500 miglia Indianapolis, tra le gare automobilistiche più spettacolari e attese dell'anno: il weekend di gara inizierà venerdì 24 maggio e si concluderà domenica 26 maggio a partire dalle 18.45 con la gara finale in esclusiva su DAZN. Si tratta dell'evento più importante della stagione Motorsport, ed è molto atteso da milioni di telespettatori in tutto il mondo. Non ci sarà Fernando Alonso, pluricampione della Formula 1 e della 24 ore di Daytona e Le Mans, che vincendo la competizione sarebbe entrato nell'Olimpo dell'automobilismo con la Tripla Corona.

Segui la 500 miglia Indianapolis 2019 in esclusiva su DAZN!

500 miglia Indianapolis 2019: orario e programma

Le gare per la qualificazione alla corsa di domenica si sono svolte lo scorso weekend: chi tifava per la partecipazione di Fernando Alonso sarà rimasto deluso dalla sua eliminazione alle qualificazioni, ma ci sono molti altri motivi per guardare la 500 miglia Indianapolis questa domenica. La 500 miglia Indianapolis 2019 è disponibile in esclusiva su DAZN, la piattaforma di streaming ora disponibile anche su Sky Q e Mediaset Premium.

Chi non ha DAZN ma non può perdersi la Indy 500 può approfittare del mese di prova gratuito disponibile per i nuovi utenti; alla fine del periodo di prova sarà possibile sottoscrivere un abbonamento al costo di 9,99€ al mese oppure no, senza costi aggiuntivi.

 

500 miglia Indianapolis 2019: dove e perchè guardare la gara

Rispetto alle gare di Formula 1, la 500 miglia Indianapolis è un vero e proprio show di velocità, sorpassi e colpi di scena, in cui le caratteristiche e le abilità dei piloti contano di più rispetto alle specifiche tecniche delle autovetture, tutte uguali in quanto a telaio e motore.

I motivi per cui guardare la 500 miglia Indianapolis 2019 domenica alle 18.45 in esclusiva su DAZN sono molti: innanzitutto la particolarità del circuito, tra i più antichi tracciati di sempre, costruito nel 1909. Si tratta di un ovale lungo 2.5 miglia, con curve sopraelevate e lunghi rettilinei su cui premere al massimo l'acceleratore.

Anche la velocità è una caratteristica per cui vale la pena guardare la 500 miglia Indianapolis 2019: con una media al di sopra dei 300 km/h, rispetto alle competizioni di Formula 1 nella Indy 500 si va molto più veloce, complice anche il tracciato che premia chi è più intrepido e coraggioso.

Dulcis in fundo, la spettacolarità della competizione: con una lunghezza da percorrere di 500 miglia, poco più di 800 km, non vince tanto chi riesce ad andare più veloce degli altri, quanto chi è in grado di restare sul circuito per tutto il tempo della gara senza mai tirare il freno.

500 miglia Indianapolis 2019: la curiosità sul brindisi del vincitore

Con cosa si brinda alla 500 miglia Indianapolis? Chi è abituato a guardare la Formula 1 immaginerà la classica bottiglia di champagne agitata e letteralmente versata addosso ai compagni di podio e al team automobilistico. Molti si sorprenderanno quando, alla fine della competizione, scopriranno che il vincitore della Indy 500 brinda con una bottiglia di latte.

Questa curiosità è legata a un aneddoto risalente al 1933, quando l'allora vincitore Louis Meyer richiese una bottiglia di latte per dissetarsi. Da quel momento, il brindisi della Indy 500 è diventato un fenomeno di costume, oltre che di marketing. Se non avresti mai pensato di vedere un pilota di auto da corsa brindare con un bel bicchiere di latte fresco, allora non hai ancora capito che la 500 miglia Indianapolis è piena di sorprese, e non resta che guardarla domenica su DAZN per goderti lo spettacolo.

500 miglia Indianapolis 2019: i partecipanti e la startlist

Le qualificazioni alla Indy 500 hanno coinvolto moltissimi corridori, ma solo 33 sono riusciti a guadagnarsi un posto nelle griglie di partenza. Tra questi ci sono ben 5 vincitori delle edizioni precedenti: si tratta di Will PowerHelio CastronevesScott DixonAlexander RossiTakuma Sato.

Ci sono poi 7 partecipanti al loro esordio assoluto nella Indy 500: sono Marcus Ericsson, Santino Ferrucci, Ben Hanley, Colton Herta, Jordan King, Patricio O'Ward e Felix Rosenqvist. Inoltre, a differenza della Formula 1 in cui le donne hanno sempre scarseggiato, nella 500 miglia Indianapolis c'è sempre stata una forte rappresentanza femminile. Tra i 33 partecipanti c'è anche Pippa Mann, che correrà con la Chevrolet.

Ecco la startlist dell'edizione 2019 della Indy 500, disponibile in esclusiva su DAZN, dalla prima all'ultima fila in ordine di qualificazione:

Prima fila: Simon Pagenaud (Chevrolet), Ed Carpenter (Chevrolet), Spencer Pigot (Chevrolet)

Seconda fila: Ed Jones (Chevrolet), Colton Herta (Honda), Will Power (Chevrolet)

Terza fila: Sebastien Bourdais (Honda), Josef Newgarden (Chevrolet), Alexander Rossi (Honda)

Quarta fila: Marco Andretti (Honda), Conor Daly (Honda), Helio Castroneves (Chevrolet)

Quinta fila: Marcus Ericsson (Honda), Takuma Sato (Honda), James Davison (Honda)

Sesta fila: Tony Kanaan (Chevrolet), Graham Rahal (Honda),  Scott Dixon (Honda)

Settima fila: Oriol Servia (Honda), Charlie Kimball (Chevrolet), JR Hildebrand (Chevrolet)

Ottava fila: Ryan Hunter-Reay (Honda), Santino Ferrucci (Honda), Matheus Leist (Chevrolet)

Nona fila: Jack Harvey (Honda), Jordan King (Honda), Ben Hanley (Chevrolet)

Decima fila: Zach Veach (Honda), Felix Rosenqvist (Honda), Pippa Mann (Chevrolet)

Undicesima fila: Sage Karam (Chevrolet), James Hinchcliffe (Honda), Kyle Kaiser (Chevrolet)

Segui la 500 miglia Indianapolis 2019 in esclusiva su DAZN!