I fratelli Alex e Marc Marquez / Getty
in foto: I fratelli Alex e Marc Marquez / Getty

Quattro vittorie nelle ultime sei gare per i fratelli Marquez, con il 26enne Marc cannibale in MotoGP (sei vittorie e tre secondi posti in dieci gare disputate) e il 23enne Alex mattatore in Moto2 (cinque vittorie e un terzo posto da inizio stagione), entrambi in fuga in campionato. Dopo la gara di ieri a Brno, Alex ha confermato che continuerà in Moto2 anche nel 2020 non essendoci, del resto, neanche la possibilità di un salto in MotoGP, dal momento che per la prossima stagione non è di fatto rimasto nessun posto libero in top class. Per adesso resta soltanto da ufficializzare il rinnovo di Jack Miller in Ducati Pramac, ma l’accordo tra il pilota australiano e la squadra di Borgo Panigale è cosa praticamente fatta. Alex Marquez dovrà quindi avere un altro anno di pazienza e puntare a una squadra di grande livello per il 2021.

Marquez in Yamaha? Il salto passa da Petronas

Il manager dei fratelli Marquez, Emilio Alzamora, sta negoziando per Alex il rinnovo del contratto con Marc Vds anche per la prossima stagione. Nel frattempo avrebbe però ricevuto un’offerta che potrebbe portare il più giovane dei Marquez a lasciare la squadra belga a fine anno. Secondo l’edizione di oggi di Gazzetta dello Sport, Alex avrebbe infatti definito in gran segreto il proprio futuro nel fine settimana di Brno. "Lascerà il team Marc Vds per passare sempre in Moto2 al team Petronas per poi, nel 2021, affrontare il salto in MotoGP in sella a una delle due Yamaha oggi occupate da Franco Morbidelli e Fabio Quartararo". L’annuncio potrebbe arrivare entro giovedì, prima del fine settimana al Red Bull Ring di Spielberg, in Austria.

Se l’operazione sarà confermata, tra due stagioni Alex si ritroverà in MotoGP all’interno del team satellite della Yamaha. Uno scenario piuttosto insolito, soprattutto se suo fratello deciderà di continuare con la Honda, e sul quale si era già speculato lo scorso anno, quando si parlava dell’approdo di Alex in MotoGP in questa stagione. “Avere un fratello in Yamaha in MotoGP, quando l’altro fratello è il nostro principale rivale, sarebbe strano” erano state le parole di Lin Jarvis.