Fernando Alonso alla 500 Miglia di Indianapolis – Foto Twitter
in foto: Fernando Alonso alla 500 Miglia di Indianapolis – Foto Twitter

Fernando Alonso a fine anno saluterà il Circus, ma lo spagnolo è già pronto ad altre sfide; dopo aver vinto due mondiali di Formula 1 e la 24 Ore di Le Mans con la Toyota, adesso manca solo la 500 Miglia di Indianapolis all'ex Ferrari per raggiungere il grande obiettivo della carriera, quello di conquistare la Tripla Corona, impresa riuscita solo a Graham Hill nella storia del motorsport.

Nel 2019 correrà la Indy500 con la McLaren

Dopo averci provato nel 2017, rinunciando in questa stagione, Alonso ha deciso che tenterà di conquistare la mitica 500 Miglia di Indianapolis, la corsa che si disputa nel catino americano nel 2019, ancora una volta con la McLaren; lo spagnolo, infatti, tornerà ad essere protagonista della Indy500, che si svolgerà il 26 maggio dell'anno prossimo, cercando così di conquistare l'ultimo tassello per arrivare al grande obiettivo che lo proietterebbe di diritto nel gotha del motorsport. Alonso aveva già provato a vincere la 500 Miglia di Indianapolis nel 2017, quando corse al volante di una Dallara-Honda del team Andretti Autosport, ma fu costretto al ritiro a pochi giri dal termine mentre occupava le posizioni di vertice. "Ci godiamo il ritorno a Indy, dove la McLaren ha un lungo e ricco rapporto con la 500 di Indianapolis ed è un affare ancora aperto per noi e Fernando. È una grande sfida, abbiamo il massimo rispetto per la gara e per i nostri concorrenti, quindi non ci facciamo illusioni, ma la McLaren e Alonso saranno in prima fila" ha commentato il Ceo della McLaren, Zak Brown.

Lo spagnolo pronto a tornare a Indianapolis

Un gradito ritorno quello di Alonso sul suolo americano dove l'ex pilota della Ferrari ha lasciato un grande ricordo. Sarà la seconda volta per lui, ma stavolta il due volte campione del mondo vuole centrare il bersaglio grosso: "Ho chiarito da tempo il mio desiderio di conquistare la Triple Crown. Ho avuto un'esperienza incredibile a Indianapolis nel 2017 e sapevo nel profondo del cuore che dovevo tornare lì qualora ci fosse stata l'opportunità. Sono particolarmente felice di tornarci con la McLaren; questa è stata sempre la mia prima scelta e se sono lieto che team abbia deciso di farlo. È una gara difficile e saremo contro i migliori, quindi sarà una grande sfida, ma noi siamo piloti ed è per questo che corriamo", sono state le parole dello spagnolo sul sito ufficiale della McLaren. L'assalto alla Tripla Corona è già lanciato, il 2019 potrebbe essere l'anno giusto per eguagliare Graham Hill diventando uno dei più grandi piloti di tutti i tempi.