in foto: Fernando Alonso – Getty Images

C'è un mondo oltre la Formula 1 e Fernando Alonso ha deciso di esplorarlo. Il pilota della McLaren, infatti, si è concesso prima un giro sulla TS050 Hybrid, la LMP1 Toyota con cui si prepara a partecipare alla prossima 24 Ore di Le Mans, poi ha testato la Ligier JS P217 della United Autosport con la quale farà il suo debutto in gara su un prototipo alla 24 Ore di Daytona. Una prima presa di contatto per lo spagnolo che avrà occasione di tornare in pista anche dal 5 al 7 gennaio, quando Daytona ospita il tradizionale "Roar Before the 24", l'evento che precede di qualche settimana la gara, fissata per il 27 e 28 gennaio.

Lo spagnolo si vede favorito per il titolo nella prossima stagione.

Un periodo particolarmente intenso quello che sta vivendo Alonso, diviso tra prototipi e monoposto a ruote scoperte. Nonostante manchi ancora una gara alla fine della stagione 2017 il pilota della McLaren è già proiettato al prossimo anno dove, forse con un eccesso di fiducia, si candida al ruolo di favorito per il titolo.

Sono ottimista circa il Mondiale del prossimo anno. Il 2018 sarà l’anno in cui tornerò ad alto livello; siamo molto fiduciosi e pensiamo di poter tornare al top – ha dichiarato ai microfoni di Sky -. Oltre a me vedo favoriti Lewis Hamilton, Max Verstappen e Daniel Ricciardo. Un gradino sotto ci metto le Ferrari di Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen e poi Valtteri Bottas.

Alonso, dunque, non vede favorite le due Ferrari, ma la sua McLaren. Un azzardo probabilmente vista la distanza fin troppo ampia tra la vetture di Woking e quella di Maranello, capace di ridurre il gap con la Mercedes e di giocarsi il titolo, perso per qualche errore di troppo e una buona dose di sfortuna. Difficile che la previsione dell'ex ferrarista si avveri, ma dopo il divorzio con la Honda, causa della maggior parte dei mal di pancia del due volte campione del mondo, sembra soffiare un vento nuovo sulla McLaren, pronta a stupire tutti già dalla prossima stagione.