Fernando Alonso – LaPresse
in foto: Fernando Alonso – LaPresse

Fernando Alonso ha detto basta: il due volte campione del mondo ha chiuso la sua avventura in Formula 1 con l'ultimo Gran Premio della stagione 2018, quello di Abu Dhabi, per concentrare i propri sforzi su altre competizioni come la 24 Ore di Daytona, il mondiale endurance e la 500 Miglia di Indianapolis, grande obiettivo del 2019 alla quale prenderà parte con la McLaren, che potrebbe consegnargli la Tripla Corona, il riconoscimento conquistato fino ad ora solo da Graham Hill e che lo farebbe entrare ancor di più nella storia dell'automobilismo.

In caso di offerte da Ferrari e Mercedes Alonso potrebbe tornare

Per il momento la parentesi con la Formula 1 sembra essere chiusa, ma l'impressione è che quello di Alonso non sia un addio, ma un arrivederci: era stato lo stesso spagnolo ad ammettere che, in futuro, sarebbe potuto tornare, magari solo in una veste differente, ma senza escludere a priori la possibilità di indossare di nuovo tuta e casco calandosi nell'abitacolo di una vettura. Per Flavio Briatore, però, se dovesse arrivare un'offerta di Mercedes o Ferrari lo spagnolo non esiterebbe a tornare sui suoi passi.

Se arrivasse un'offerta da Mercedes o Ferrari, Fernando tornerebbe in Formula 1. Non posso saperlo per certo, ovviamente, ma in un mercato così ricco penso sarebbe una possibilità – ha ammesso ai microfoni di Sky Sport. – Esistono solo due squadre che farebbero riflettere Fernando e queste sono Mercedes e Ferrari, mentre per il resto si tratterrebbe solo di partecipare, con obiettivi che vanno dal quinto al sesto posto. Ritengo che con la macchina giusta, Alonso sia in grado di giocarsela con Hamilton.

L'ex pilota della Ferrari, dunque, potrebbe tornare a correre in Formula 1 dopo l'anno sabbatico, ma solo qualora riuscisse a lottare per il mondiale: le ultime tre stagioni, infatti, disputate con una McLaren neanche lontana parente della scuderia con la quale, nel 2007, si giocò il campionato fino all'ultima gara con Kimi Raikkonen e Lewis Hamilton, hanno lasciato un senso di frustrazione nell'animo del pilota portandolo a salutare il paddock non tanto per l'età quanto per l'impossibilità di gareggiare ad alti livelli. Quello di Alonso, quindi, potrebbe non essere un addio, ma solo un arrivederci; dipenderà da Ferrari o Mercedes, in caso di una chiamata per lo spagnolo sarebbe quasi impossibile non rispondere presente.