Fernando Alonso vince la 24 Ore di Le Mans 2018 – Getty images
in foto: Fernando Alonso vince la 24 Ore di Le Mans 2018 – Getty images

"Voglio dimostrare di essere il miglior pilota al mondo, che è ciò che credo di essere"; la lontananza dai circuiti di Formula 1 non ha spento l'autostima di Fernando Alonso che, dopo essere salito a bordo della McLaren per aiutare Pirelli con lo sviluppo delle gomme 2020, non ha esitato a presentarsi a microfoni dei cronisti presenti sul tracciato del Bahrain per confermare di essere sempre lo stesso: "Sono stato molto competitivo in Formula 1 per molti anni, sono stato fortunato a poter vincere due campionati del mondo. Poi ho vinto la 24 Ore di Le Mans, Daytona, Sebring e spero di essere competitivo nella 500 miglia di Indianapolis; è una cosa che non ha precedenti nel mondo del motorsport" ha ribadito.

Il ritiro, per lo spagnolo, è ancora lontano

Difficile stabilire con esattezza se Alonso è effettivamente il miglior pilota al mondo, ma sicuramente è uno dei più completi: negli ultimi anni, infatti, l'ex ferrarista si è dedicato a diverse discipline passando dalla Formula 1 alle gare endurance senza tralasciare i prototipi e testando le proprie abilità nel fuoristrada in vista di una sua prossima partecipazione alla Dakar. Il momento del ritiro è lontano, lo spagnolo non ci pensa ma confessa quale potrebbe essere l'unica opzione in caso di farlo vacillare

Fino a che mi sentirò competitivo, io correrò. Se un giorno dovessi calarmi nell'abitacolo di una vettura di F1 – o di un’altra categoria – e trovare un pilota più veloce di me sulla stessa macchina, smetterò. Ma sino ad ora non è ancora mai successo, e allora continuo a correre – sono state le sue parole -. Un ritorno in Formula 1? Ciò che sognavo di ottenere l'ho ottenuto in passato, non ho nessun rimpianto. Se un giorno dovessi tornare in Formula 1, cosa di cui dubito, sarà perché posso essere nelle condizioni di poter vincere un campionato del mondo.

Idee chiare quelle di Alonso, per nulla disposto a scendere a compromessi soprattutto ora che sembra aver scoperto un nuovo mondo fuori dalla Formula 1: il prossimo grande obiettivo, per lo spagnolo, è la 500 Miglia di Indianapolis, solo sfiorata due anni fa e adesso di nuovo alla portata. Sarà quella la corsa che potrebbe far pendere il giudizio su quale sia il più forte pilota al mondo dalla sua parte: conquistandola, infatti, Alonso metterebbe le mani sulla Tripla Corona – il riconoscimento statistico che spetta a chi vince mondiale di F1, 24 Ore di Le Mans e appunto la 500 Miglia di Indianapolis -, impresa riuscita fino ad ora solo a Graham Hill. Un obiettivo più concreto che mai quello dello spagnolo deciso ad entrare nella storia del motorsport dalla porta principale.