Sebastian Vettel insieme a Maurizio Arrivabene – LaPresse
in foto: Sebastian Vettel insieme a Maurizio Arrivabene – LaPresse

Il desiderio per l'anno nuovo della Ferrari non è poi così difficile da immaginare; lasciarsi alle spalle un 2018 di delusioni e vivere un 2019 da protagonisti che possa riportare finalmente la scuderia di Maranello a vincere quel titolo diventato ormai una maledizione. La nuova monoposto sarà svelata il prossimo 15 febbraio, appena 3 giorni prima del debutto nei test pre stagionali di Barcellona e solo allora si capirà di che pasta è fatta la nuova creatura di Maranello.

Arrivabene: "Nel 2019 vogliamo vincere"

Nel frattempo, però, la cerimonia di premiazione dei Caschi d'oro è stata l'occasione per riavvolgere il nastro sulla stagione appena conclusa e proiettarsi con ottimismo alla prossima stagione. Il primo a farlo è stato Maurizio Arrivaben, team principal della scuderia italiana, che ha dichiarato senza mezzi termini come l'obiettivo della Rossa non possa che essere il titolo mondiale: "Quest'anno ci siamo arresi in semifinale, l'anno prossimo vogliamo migliorare arrivando in finale e vincendola, ma getterei via le vittorie e mi terrei le gare perse: è comprendendo gli errori che possiamo crescere e migliorarci.  È stata una stagione in cui ci sono state varie vicissitudini, anche di carattere umano; ci è mancato il presidente Marchionne, colui che mi ha voluto in Ferrari e la sua scomparsa improvvisa durante la stagione ha creato un vuoto", ha ammesso parlando ai cronisti presenti. Poi sui due piloti: "Vettel non credo abbia ancora espresso il meglio di sé da quando è in Ferrari, gli regaleremo adelle gomitiere, così nei corpo a corpo la nostra macchina si farà meno male mentre Leclerc lo conosco dal 2015: è un ragazzo di talento che ha già dimostrato di andar veloce. Il nostro compito sarà quello di proteggerlo, per non bruciarlo ma mi aspetto una squadra unita che punterà compatta verso il traguardo", ha concluso.

Il team principal della Ferrari Maurizio Arrivabene – LaPresse
in foto: Il team principal della Ferrari Maurizio Arrivabene – LaPresse

Leclerc: "Incredibile guidare la Ferrari"

Se da un lato del box Sebastian Vettel proverà a raggiungere quel traguardo sfuggitogli nelle ultime due stagioni , tutta la curiosità è per il nuovo acquisto della Rossa, quel Charles Leclerc per il quale Sergio Marchionne stravedeva tanto da volerlo personalmente al volante della Ferrari: "Provare la Ferrari ad Abu Dhabi da titolare è stato incredibile: la seguivo sin da bambino, sognando un giorno di guidarla. Faccio ancora fatica a capacitarmi che il prossimo anno su una delle due rosse la ci sarò io. Il prossimo anno punto a crescere, a imparare. Ho la fortuna di lavorare accanto a un 4 volte iridato. Poi è chiaro che avendo una Ferrari cercherò sempre di fare il massimo secondo le aspettative del team, ma almeno due GP li vorrei vincere: Monaco che è quello di casa, sulle strade che percorrevo con l’autobus, e Monza. Non vedo l’ora di correre in Italia con il Cavallino", sono state le sue parole.

Charles Leclerc
in foto: Charles Leclerc