Mattia Binotto e Sebastian Vettel – Getty images
in foto: Mattia Binotto e Sebastian Vettel – Getty images

A tenere banco in Formula 1, più che le prestazioni in gara, in questo momento è il mercato: il periodo delle grandi trattative in vista della prossima stagione è già iniziato e coinvolge anche i top team tanto che la Mercedes è alle prese con il caso Bottas, che potrebbe essere sostituito da Esteban Ocon nel 2020, mentre la Red Bull deve decidere il futuro di Pierre Gasly.

Binotto e il futuro di Vettel

Chi non sembra interessato dalle voci di mercato, invece, è la Ferrari con Mattia Binotto a confermare la line-up dei piloti attuali anche per il 2020. Le voci su un presunto ritiro a fine stagione di Sebastian Vettel, smentite anche dal diretto interessato, non sembrano turbare più di tanto l'ambiente, ma a sgomberare ancora una volta il campo dall'ipotesi ci ha pensato il team principal della Rossa che ha ribadito, ancora una volta, il ruolo centrale del tedesco nel progetto del Cavallino.

Sebastian è davvero felice anche se ovviamente sarebbe più felice se vincesse delle gare. Credo che il suo desiderio sia quello di continuare a gareggiare e il suo sogno sia quello di vincere con la Ferrari. Lo vedo totalmente coinvolto in questo progetto – ha dichiarato in conferenza stampa -. Come ho detto a inizio stagione, la cosa importante è portare a casa più punti possibili. Il team viene prima dei piloti. Sebastian ancora oggi è il pilota che ha più punti in campionato, quindi se si dovessero creare situazioni 50/50 daremo la preferenza a Vettel. Leclerc? Lui è un pilota molto veloce, è stato in pole e ha avuto la possibilità di vincere delle gare e in quelle occasioni non lo abbiamo di certo fermato. Si sta abituando al team e al nostro metodo di lavoro. Sta conoscendo meglio i suoi meccanici, i suoi ingegneri e si sente parte integrante del team. Ad inizio stagione per lui era tutto nuovo. Aveva già corso un anno in Formula 1, ma in Ferrari le cose sono diverse, c’è più pressione. Ha un compagno di squadra molto forte e ha dovuto capire come concentrarsi al massimo su se stesso.

Il team principal sui miglioramenti Ferrari

La Ferrari, quindi, si presenterà al via della prossima stagione con gli stessi piloti di quest'anno ribadendo la fiducia già accordata a Vettel e Leclerc. Nell'immediato, però, la grande sfida si chiama Silverstone, circuito non favorevole alle caratteristiche della SF90 e sul quale il ruolo di grande favorita spetta di diritto alla Mercedes. Nonostante questo, però, la Rossa non ha intenzione di partite battuta, forte soprattutto dei miglioramenti mostrati nelle ultime uscite: "Nelle ultime tre gare abbiamo fatto segnare due pole e avremmo potuto vincere due gare. Non è successo, ma stiamo migliorando. In alcune piste le cose vanno meglio perché il nostro pacchetto riesce a esprimersi in maniera migliore. Come ho detto, a Silverstone sarà un po' più difficile, ma non vuol dire che non proveremo a competere con i nostri avversari. In tutti i casi il weekend è ancora lungo e qualsiasi sarà il risultato di questa gara ci saranno presto nuove piste e nuove occasioni per  migliorare" ha concluso Binotto.