Le qualifiche di Silverstone, per la Ferrari, portano una buona e una cattiva notizia: da un lato, infatti, c'è l'ottimo terzo posto di Charles Leclerc, capace di mettersi ad appena 79 millesimi dal poleman Valtteri Bottas mentre dall'altro il sesto posto di Sebastian Vettel dietro a entrambe le Red Bull che costringerà il tedesco all'ennesima gara in rimonta.

Mattia Binotto – Getty images
in foto: Mattia Binotto – Getty images

Il team principal spiega la scelta gomme in partenza

Una situazione particolare per la Rossa che, nella gara di casa della Mercedes, dovrà gestire bene le gomme per sperare di poter puntare alla vittoria: le due SF90, infatti, saranno le uniche tra i top team a scattare con le soft, più prestazionali sulla carta – seppur di poco -, ma anche soggette a un maggior consumo. Una scelta che il team principal Mattia Binotto, però, non rinnega convinto che possa essere quella giusta.

L'obiettivo era di qualificarci con Soft e di partire così perché daranno vantaggi in partenza. Le gomme si usurano molto per tutti e potrebbe non esserci un singolo stop. La gara è domani, i nostri avversari hanno gomme diverse; in Austria abbiamo fatto scelte simili ed è una carta che ci giocheremo – ha confidato ai microfoni di Sky -. Per Vettel è stata una qualifica difficile, faremo le nostre analisi insieme mentre Leclerc si è trovato bene, in Q3 ci è mancato pochissimo e quello ottenuto è un buon risultato. Ha fatto un gran giro, ha tanto merito e gli va riconosciuto. Stiamo lavorando per migliorare la macchina e il trend continua.

Un risultato, quello ottenuto da Charles Leclerc, che fa ben sperare in ottica gara anche se quella di Silverstone, almeno sulla carta, è una pista che favorisce la Mercedes. Il team principal della Ferrari, però, più che guardare al risultato del GP traccia un bilancio più ampio dell'ultimo periodo vissuto dalla casa di Maranello sottolineando come i progressi mostrati dalla SF90 facciano ben sperare per il resto della stagione ancora da vivere: "La macchina sta progredendo nonostante sia una pista che non si addice alle nostre caratteristiche, siamo contenti. E' un bel passo avanti, i risultati cominciano a vedersi, la stagione è lunga e cercheremo di ottenere i migliori risultati possibili. La nostra speranza è di aver trovato l'assetto giusto" ha concluso.