Una qualifica da horror, quella vissuta dalla Ferrari a Hockenheim, che costringerà i due piloti del Cavallino a una gara tutta di rimonta: Sebastian Vettel, infatti, a causa di un problema al turbo dovrà partire dall'ultima posizione in griglia nel GP di Germania mentre Charles Leclerc, appiedato da un problema al sistema di pescaggio della benzina, dovrà partire dal decimo posto.

Il team principal della Ferrari Mattia Binotto – LaPresse
in foto: Il team principal della Ferrari Mattia Binotto – LaPresse

Il team principal si sforza di essere ottimista

Un sabato da dimenticare per gli uomini della Rossa, convinti, soprattutto le prove libere, che quella in terra tedesca potesse essere la gara del riscatto e che, invece, potrebbe diventare il peggior weekend di una stagione maledetta con ancora zero vittorie all'attivo. I problemi capitati ai due piloti hanno spianato la strada alle Mercedes che, proprio come l'anno scorso, potrebbero dare il colpo decisivo alle speranze Ferrari a Hockenheim: il team principal Ferrari, Mattia Binotto, è il primo a non essere soddisfatto del risultato ottenuto in qualifica non nascondendo di sentire la responsabilità di quanto successo.

Siamo rammaricati, arrabbiati e delusi per noi, per i nostri piloti che avevano una grande occasione e per la gente a casa che sta lavorando tanto. Sono cose che non dovrebbero capitare e invece stanno capitando troppo spesso, ma sappiamo anche di dover reagire e lo faremo tutti insieme. Vettel ha avuto un problema al turbo mentre Leclerc è stato tradito dalla pompa della benzina: purtroppo non era mai capitato precedentemente. Io per primo ne sento la responsabilità – ha dichiarato ai microfoni di Sky -. Per quel che abbiamo visto nelle prove libere potevamo prendere l'intera prima fila. La gara di domani deve essere affrontata con la voglia di far bene, può ancora succedere di tutto. Abbiamo dimostrato che abbiamo un buon ritmo e credo che è giusto aver rabbia ma anche reagire. Non possiamo sperare nella pioggia perché abbiamo dimostrato che siamo competitivi anche sull'asciutto.

Il team principal della Ferrari, nonostante il risultato decisamente negativo in qualifica, è convinto che Vettel e Leclerc possano ancora rimontare portando la Rossa, se non alla vittoria, almeno sul podio dimostrando i progressi fatti dalla SF90 rispetto a inizio campionato; il mondiale sembra ormai essere andato, ma Binotto chiede ai suoi una prova d'orgoglio per dimostrare che, nonostante le scarse possibilità di successo, gli uomini del Cavallino sono sempre gli ultimi a mollare.