Il tracciato del Canada poteva essere quello giusto per la rinascita Ferrari e, a giudicare dal giro con il quale Sebastian Vettel è riuscito a conquistare la pole position, sembra proprio che la Rossa possa finalmente togliere quel fastidioso zero dalla casella vittorie. La Mercedes sembra avere ancora qualcosa in pista, ma su una pista che per caratteristiche tecniche favorisce la SF90 il team di Maranello è convinto di potersi giocare le proprie chance se non per riaprire del tutto il mondiale almeno per mettere pressione alle Frecce d'argento.

Mattia Binotto – LaPresse
in foto: Mattia Binotto – LaPresse

Binotto applaude Vettel

Servirà una strategia perfetta e la stessa grinta dimostrata in qualifica, ma la Ferrari è pronta, grazie anche all'attacco a due punte contro il solo Hamilton, lasciato lì davanti da un Bottas che nel momento meno indicato ha sbagliato la qualifica forse più importante della stagione, a calare il jolly prendendosi vittoria e magari anche la prima doppietta stagionale rosicchiando punti importanti in ottica mondiale costruttori. Una possibilità concreta alla quale, però, il team principal Mattia Binotto inizierà a pensare da domani visto che oggi vuole godersi il giro perfetto del suo pilota di punta:

Siam contenti perché, in un periodo difficile, questa pole position serviva. Non ce lo aspettavamo, è una sorpresa perché quando hai un competitor così forte, qualunque sia il tracciato, ha sempre un vantaggio. Finora abbiamo fatto un buon weekend, i piloti e la squadra hanno lavorato bene e Seb se la merita, ha fatto il giro perfetto e lo ha tirato fuori al momento opportuno; siamo felici per lui e per i nostri tifosi che soffrono con noi – ha confessato ai microfoni di Sky -. Oggi è solo qualifica, la gara è domani e il campionato è lungo, ma è una bella soddisfazione. L'ambiente è buono, stiamo lavorando bene anche se i risultati non lo dimostrano. Lo spirito c'è, vogliamo rappresentare al meglio i nostri valori, sappiamo di avere una missione.

Sarà la gara, come sempre, ad assegnare i punti per il mondiale ma essere nelle condizioni di guardare da davanti i rivali della Mercedes, per la seconda volta in stagione, è una ventata di entusiasmo per un team che rischiava di essere spazzato via dal dominio d'argento. Binotto, pur godendosi la pole position, inizia già a volgere lo sguardo alla gara considerandola un'occasione da sfruttare al massimo: "Per domani le condizioni non sono male. Hamilton è tra Vettel e Leclerc, Bottas è sesto e Verstappen 11esimo, anche questi sono buoni elementi. Ma penso proprio che la gara domani sarà molto dura. Domani sono previsti aumenti delle temperature e vi sarà degrado maggiore delle gomme, specialmente quelle posteriori. Sarà una condizione uguale per tutti, però sarà una gara lunghissima e dovremo rimanere concentrati. Intanto, però, godiamoci quanto abbiamo fatto oggi, poi, domani, ci pensiamo" ha concluso.