Il Gran Premio d'Austria, per la Formula 1, è stato l'ennesimo round alimentato dalle polemiche seguite alle decisioni dei commissari: dopo la manovra di Sebastian Vettel in Canada e quella di Daniel Ricciardo in Francia, entrambe sanzionate con una penalità che li ha retrocessi rispetto al risultato ottenuto in pista, a Spielberg è toccato a Max Verstappen finire sotto investigazione per il sorpasso al limite con il quale ha infilato Charles Leclerc andando così a conquistare la vittoria.

Ross Brawn – Getty Images
in foto: Ross Brawn – Getty Images

Brawn applaude la scelta Ferrari sul mancato ricorso in Austria

Una manovra che ha scatenato le polemiche del monegasco e di tutta la Ferrari, sicura di essere nel giusto e convinta di poter ottenere la prima vittoria grazie alla decisione dei commissari. Così, però, non è stato con la Direzione gara che ha deciso di non penalizzare l'olandese per il contatto con il pilota della Rossa: Mattia Binotto, team principal del Cavallino, ha sottolineato come la decisione fosse sbagliata, ma rinunciando, dopo il rifiuto nel caso Vettel, al ricorso per il bene dell'intera Formula 1. Una scelta che Ross Brawn, uomo di fiducia di Liberty Media e direttore sportivo della massima categoria del motorsport, applaude:

Faccio i miei complimenti alla Ferrari per la decisione di rinunciare al ricorso contro la decisione dei commissari per il bene dello sport. È stato ancora una volta un fine settimana deludente per la Ferrari, dopo che la squadra aveva dimostrato di essere in grado di competere con la Mercedes. Ma ci sono stati segnali incoraggianti per Mattia Binotto e il suo team –  sono state le sue parole riportate da Speed Week -. Sono stati certamente più competitivi rispetto a Barcellona. Charles Leclerc sta migliorando e Sebastian Vettel ha messo in pista una prestazione determinata dopo i problemi avuti in qualifica, che gli hanno ridotto in maniera significativa le possibilità di vincere. La Rossa ha ancora un po’ da fare, ma è sulla strada giusta e sono sicuro che potrà raccogliere i frutti del suo lavoro molto presto.

Complimenti che, però, non restituiscono il maltolto alla Ferrari che, dopo il Canada, ha vissuto un'altra giornata storta, seppur solo dal punto di vista del risultato, in Austria. L'attenzione è già rivolta al Regno Unito dove si correrà il prossimo appuntamento del mondiale: la scorsa stagione arrivò fu un trionfo per Vettel, capace di vincere nel GP di casa della Mercedes, e il tedesco spera che la storia possa ripetersi anche quest'anno per festeggiare, finalmente, la prima vittoria di una stagione che sta diventando più complicata del previsto per il Cavallino.