Kiara Fontanesi, Frano Morbidelli e Tony Cairoli con il Collare d’oro – Foto Twitter
in foto: Kiara Fontanesi, Frano Morbidelli e Tony Cairoli con il Collare d’oro – Foto Twitter

Il motociclismo rappresenta una delle eccellenze italiane: oltre a Valentino Rossi, nove volte campione del mondo, infatti, ci sono altri italiani che, soprattutto nella stagione appena conclusa, sono riusciti a mettere in mostra le proprie qualità raggiungendo il successo nelle proprie discipline: si tratta di Franco Morbidelli, campione del mondo in Moto2, Kiara Fontanesi – campionessa del mondo di motocross femminile  – e Antonio Cairoli che proprio in questa stagione è riuscito a portare il nono titolo mondiale nel campionato MXGP.

I tre campioni premiati per i loro successi

Trionfi che hanno riportato l'Italia in cima al mondo delle due ruote e che sono valsi ai tre protagonisti il premio durante la cerimonia dei "Collari d'oro"del Coni, la massima onorificenza dello sport italiano. Durante la cerimonia, alla quale erano presenti tante personalità fra cui il Premier, Paolo Gentiloni, il numero 1 del Coni, Giovanni Malagò, e il Presidente FMI, Giovanni Copioli, sono stati ricordati i successi dei centauri italiani; Franco Morbidelli, grazie alla conquista del titolo in Moto2, è riuscito a riportare in Italia un alloro che mancava dal 2008, anno in cui vinse Marco Simoncelli mentre Kiara Fontanesi, grazie al successo del 2017, è la prima donna a vincere quattro volte consecutive il titolo di campionessa del mondo, oltre ad essere quella che detiene il maggior numero di mondiali nella sua specialità. Infine Tony Cairoli, arrivato a quota nove titoli mondiali che ne prossimo anno proverà ad eguagliare il record di Everts, fermo a quota 10, diventando così il più vincente nella storia del motocross.

Insieme a loro è stata insignita pure una società motociclistica, il Moto Club Pavia. Soddisfatti i protagonisti con Cairoli che ha addirittura rilanciato le proprie ambizioni: "È un grande onore ricevere ancora una volta il Collare d’Oro. L’obiettivo per il futuro? Riuscire a conquistare undici titoli mondiali". Morbidelli, invece, ha voluto ringraziare il presidente svelando un retroscena: "Ho capito di aver vinto il Mondiale solo dopo averlo conquistato. Voglio ringraziare il Presidente FMI Giovanni Copioli che nel corso dell’anno è diventato il mio mental coach inviandomi sms di supporto dopo le gare" ha concluso.