Altre due vittorie, nella PS5 “Parabolica 2” di 9,6 km e nell’attesissima PS6 la “Gran Prix 1” di 44,83 km: dopo aver recitato il ruolo del protagonista nelle speciali di venerdì e in quelle di questa mattina, Valentino Rossi continu a non fare sconti nella seconda giornata di gara, conquistando tutte le speciali fino ad ora disputate.

Valentino ipoteca la vittoria

Bottino pieno per il pesarese che al volante della Ford Fiesta WRC Plus porta il suo vantaggio a 49,6 secondi sul primo inseguitore, il finlandese Teemu Suninen, mettendo una seria ipoteca sulla vittoria finale che diventerebbe la sua settima in carriera al Monza Rally Show. All’appello mancano altre tre prove speciali, la ‘Gran Prix 2’ (44,8 km), la ‘Roccolo 2’ (11,92 km) e infine la ‘Monza 2’ (1,26 km) di domani mattina che, salvo clamorosi errori o imprevisti tecnici, non dovrebbero essere un problema per Valentino, con Suninen destinato ad accontentarsi del secondo posto.

Brivio vs Salucci per il terzo posto

Aperta invece la lotta per il gradino più basso del podio tra Roberto Brivio e Alessio Salucci, rispettivamente in terza e quarta posizione a 1’21.7 e 1’31.0 dalla vetta. Alle loro spalle, nonostante gli 80 cavalli in meno rispetto alle WRC Plus, staccato di 15 secondi troviamo Marco Bonanomi che precede Alessandro Perico, entrambi su Ford Fiesta WRC. Passo indietro per Tony Cairoli che al volante della sua Huyndai i20 WRC si ritrova settimo in generale. Nei primi dieci anche Piero Longhi (Huyndai i20 WRC), Stefano D’Aste (Citroen DS3 WRC) e il britannico Rhys Yates (Ford Fiesta WRC). Nella classe R5 svetta Luca Rossetti (Hyundai i20) che scavalca Andrea Crugnola (Skoda Fabia) e Alessandro Re (Volkswagen Polo). Qui la classifica completa.

Monza Rally Show 2018 – Classifica generale dopo la PS6 (top ten)