Nonostante il recente salone di Colonia, l’Intermot, abbia in parte rubato la scena ad EICMA, il salone di Milano rimane sempre l’evento per eccellenza nel panorama motociclistico internazionale. Il Salone delle Moto, per chiamarlo con un tocco nostalgico, apre i battenti nella consolidata sede di Rho Fiera Milano a cominciare da martedì 8 e mercoledì 9 novembre, giorni riservati alla stampa, per poi accogliere tutti gli appassionati fino a domenica 13. Saranno tante le novità presentate, alcune anticipate da eventi in diretta streaming su internet, che comunque non toglieranno la soddisfazione di vedere e toccare con mano direttamente negli stand le principali star del mercato 2017. Una grande vetrina sul panorama a due ruote, che manda incoraggianti segnali di ripresa grazie all’aumento dei mezzi immatricolati nell’ultimo anno.

Cosa vedremo ad EICMA

APRILIA – Si parla da tempo di un ritorno alle medie cilindrate e l’occasione potrebbe essere giusta per presentare una erede del progetto Shiver. Una Naked facile dotata di motore bicilindrico a V, che potrebbe diventare la piattaforma comune per sviluppare una gamma improntata su più fronti: dal crossover alla sport-tourer. Le sportive di casa Noale, RSV4 e Tuono, verranno riviste per soddisfare la normativa Euro 4, oltre che agli inevitabili aggiornamenti delle grafiche.

BMW – Grande fermento per la casa tedesca. La regina del mercato, ovvero la GS 1200, ha visto insidiare il titolo dalla nuova Africa Twin di casa Honda. Sono previste pertanto parecchie novità per difendere il trono, a cominciare dal restyling estetico. E poi una diversificazione del prodotto: oltre alle versioni “base” ed Adventure, potrebbe essere presentata una versione più snella ed adatta a percorsi fuoristrada più tecnici. Inoltre dalla Nine T sarà derivata una nuova GS. Per i viaggiatori di lungo corso la 6 cilindri K1600 GTL e la Bagger 1600. Nelle piccole cilindrate il 310 presentato lo scorso anno sarà affiancato dal crossover G310GS.

DUCATI – Moto semplici e moto estreme. Non ci sono mezze misure in casa Borgo Panigale. Ecco allora lo Scrambler 800 che sarà affiancato da due nuove versioni, delle quali una più votata al fuoristrada. La Multistrada sarà probabilmente affiancata dalla versione 939, partendo dall’unità motore montata sulla bellissima 939 Supersport presentata a Colonia. E poi l’estremo con la 1299 Project 1408, l’essenza della moto sportiva secondo Ducati: sarà disponibile numero limitato.

HONDA – Dopo aver già svelato la nuova generazione della CBR 1000 RR, c’è attesa per lo scooter all-road X-ADV, presentato come concept lo scorso anno, ma ora pronto alla distribuzione nelle concessionarie, come anticipato da appositi teaser molto ben realizzati. Voglia di classic-bike guardando le CB 1100 EX e soprattutto la versione più corsaiola RS. Tra i tanti rumors, visto il grande successo ottenuto da Arica Twin, c’era il ritorno di due nomi storici per la casa alata: Dominator e Transalp, ma a meno di clamorosi colpi di scena le enduro mono e bicilindriche di media cilindrata non ci saranno ad EICMA nemmeno come prototipi.

KAWASAKI – La casa di Akashi punta tutto sulle naked, rinnovando la serie Z ed ampliando la gamma formata da Z1000 e Z900 con la nuova Z650, equipaggiata con il bicilindrico di derivazione ER-6. I successi in Superbike hanno portato a produrre una versione limitata in 500 esemplari per la ZX-10R, che prenderà la sigla RR, votata ancora maggiormente all’uso in pista. Aggiornamenti per Versys e per le piccole 300 in versione naked e carenata, in vista dell’impegno nella nuova categoria propedeutica che accompagnerà il mondiale SBK.

MOTO GUZZI – Pronti a rivedere la Le Mans? Sarebbe bello vedere il marchio italiano scontrarsi ad armi pari con la concorrenza inglese di casa Triumph. Un nuovo motore 1200 potrebbe equipaggiare una maxi dal sapore retrò. Aggiornamenti a livello di grafiche per il resto della gamma.

SUZUKI – Dopo aver fatto il pieno di sguardi a Colonia arriva anche in Italia la nuova GSX-R 1000, la supersportiva secondo Hamamatsu. La serie F, ovvero la naked, verrà presentata in versione 750, mentre la V-Strom 1000 sarà affiancata dal modello XT con ruote a raggi con una vocazione maggiore al fuoristrada leggero.

TRIUMPH – Dopo aver rinnovato l’intera gamme Bonneville portandola a 1200 c.c. e dopo aver inserito la Street Twin nel filone delle moto di tendenza, Triumph prova a proporre il nuovo modello Bobber, elegante rivisitazione dei modelli anni ’40 nella linea, ma tecnicamente moderno, disponendo dell’unità 1200 montata proprio su Bonneville.

YAMAHA – T-Max è il riferimento nel settore scooter e in anteprima, lunedì 7 novembre alle ore 21, sarà presentato via straming il nuovo modello, che potremmo vedere esposto allo stand della casa dei tre diapason. Attesa anche per un'altra regina: la YZF-R6, media supersportiva che riprende i canoni estetici della maxi R1. Attesa per una enduro di media cilindrata che potrebbe derivare dalla Tracker 900 con motore tre cilindri, oppure dalla 700 con unità bicilindrica .