Andrea Dovizioso e Jorge Lorenzo all’Eicma di Milano / Instagram
in foto: Andrea Dovizioso e Jorge Lorenzo all’Eicma di Milano / Instagram

La polemica tra Jorge Lorenzo e Andrea Dovizioso sbarca all’Eicma, la mostra dedicata alle due ruote in corso a Milano, dove i due piloti sono stati protagonisti allo stand Ducati nella giornata dedicata alla stampa e agli addetti del settore. Dopo il botta e risposta in Malesia scatenato dal forfait del maiorchino che, dopo le gare in Giappone e Australia, ha saltato anche il Gp di Sepang per l’infortunio al polso sinistro, i due ducatisti non si risparmiati alla vigilia dell’apertura del salone.

Lorenzo e Dovi all'Eicma, ma è sempre polemica

Non abbiamo ancora parlato e non so se avremo occasione di farlo nei prossimi giorni insieme a Paolo Ciabatti – il direttore sportivo della Ducati, ndr – o a qualcun altro della Ducati” ha spiegato Lorenzo ai microfoni di Sky Sport dopo la notizia di un faccia a faccia tra i due. “Cos'è successo? Semplicemente mi hanno sorpreso le sue dichiarazioni, non penso siano state giuste e ho risposto su Twitter. Da Brno la situazione si era calmata, il team ci aveva chiesto di non parlare male l'uno dell'altro. Ma a distanza di tempo ci sono state le sue dichiarazioni e ho pensato fosse giusto rispondere. Ora non voglio più alimentare la polemica perché non fa bene nessuno, ma sapete quello che penso, che è ciò che ho scritto”. Non è mancata la replica di Dovizioso. “In generale non ho problemi a parlare con nessuno, anche perchè questi secondo me non sono problemi", ha sottolineato Dovizioso, "Ognuno ha il suo punto di vista e vede certe cose a suo modo, ma le persone mature parlano, e lo fanno di persona”.

"Un altro titolo per essere come Messi e Ronaldo"

Lorenzo è quasi pronto a tornare in pista a Valencia, per l’ultima gara del mondiale: “Abbiamo avuto una sfortuna tremenda per il periodo in cui mi sono infortunato. Se fosse successo in estate magari non avrei perso nemmeno una gara. E poi non abbiamo scoperto subito la frattura del legamento, facendo posticipare l'operazione. A Valencia non sarò al 100% ma farò di tutto per correre la miglior gara possibile” ha aggiunto Jorge, prima di passare al calcio e alla sfida di Champions League di stasera tra Inter e Barcellona. “Andrò sicuramente a vederla, spero che vinca il Barcellona. Secondo me Messi sarebbe meglio metterlo, insieme a Ronaldo, in questo momento è il migliore, mentre io è dal 2015 che non lo sono e voglio tornare ad esserlo. Ma devo vincere un altro mondiale per sentirmi un Messi o un Ronaldo. Come carattere sono più simile a Ronaldo, per la voglia di migliorarsi, Messi è un talento puro”.