Doveva essere un dominio Mercedes, ma il weekend di Germania non è iniziato sotto i colori d'argento bensì con il rosso Ferrari: dopo che nella prima sessione di prove libere era stato Sebastian Vettel a rubare la scena, nella seconda è stato Charles Leclerc a salire in cattedra facendo segnare il miglior tempo e mettendosi a guidare il gruppo confermando che, con le alte temperature, la Rossa 2019 non sembra avere rivali.

Charles Leclerc – Getty images
in foto: Charles Leclerc – Getty images

Il monegasco, dopo aver chiuso alle spalle del compagno di squadra nella sessione della mattina, ha voluto chiarire che per la pole position c'è anche lui; l'ex Alfa Romeo Sauber, infatti, ha chiuso il suo miglior giro in 1:13.449 precedendo il compagno di squadra di circa un decimo con il tedesco che si è preso la piazza d'onore regalando alla Ferrari la seconda doppietta di giornata. Terzo tempo, invece, per Lewis Hamilton che porta la Mercedes sul podio davanti all'altra Freccia d'argento di Valtteri Bottas mentre la Red Bull di Max Verstappen chiude con il 5° tempo. Sorpresa della sessione è senza dubbio la Haas di Romain Grosjean che precede la Racing Point di Lance Stroll, l'Alfa Romeo Racing di Kimi Raikkonen e la Renault di Nico Hulkenberg. A chiudere la top ten, infine, ecco l'altra Racing Point di Sergio Perez.

Incidente per Gasly

Un sessione che ha riservato anche un colpo di scena nel finale: Pierre Gasly, infatti, mentre percorreva il proprio giro lanciato, ha perso il controllo della monoposto all'ultima curva prima del rettilineo finale finendo sull'erba e terminando la sua corsa contro le barriere. Un incidente senza nessuna conseguenza per il pilota, ma particolarmente importante per la vettura che, sbattendo con la ruota anteriore sinistra contro il muro di protezione, ha visto andare in frantumi l'anteriore lasciando il francese nell'erba. Immediata la bandiera rossa per permettere ai mezzi di soccorso di rimuovere la Red Bull incidentata e lavoro extra per i meccanici che, oltre a sistemare la monoposto, dovranno verificare anche eventuali danni che potrebbero richiedere la sostituzione di alcune componenti.