La Ferrari di Vettel al GP d’Australia – Getty images
in foto: La Ferrari di Vettel al GP d’Australia – Getty images

Il calendario per la stagione 2020 non è ancora stato reso noto, ma intanto la Formula 1 sta blindando alcuni dei suoi circuiti storici: a pochi giorni dal rinnovo del contratto di Silverstone, che continuerà ad ospitare il Gran Premio di Gran Bretagna per altri cinque anni, anche Melbourne ha annunciato la sua permanenza fino al 2025. Un accordo importante quello sottoscritto a Londra tra Liberty Media e gli organizzatori del Gran Premio d’Australia, che permetterà all’Albert Park di ospitare per altri sei anni il Circus iridato dopo il suo esordio nel 1996.

Australia in F1 almeno fino al 2025

Dopo aver reso noto che la gara di Melbourne aprirà la prossima stagione la gara di Melbourne aprirà la prossima stagione – unica certezza al momento per quanto riguarda il 2020 -, la pista australiana ha così raggiunto l'intesa per ospitare le monoposto fino al 2025, ben oltre il termine del 2021 che ridisegnerà l'aspetto delle vetture e le regole da seguire. Un prolungamento importante per uno degli eventi più attesi dell'anno: Melbourne, infatti, è da sempre la gara che inaugura la nuova stagione e, a parte il 2006 e il 2010, quella di iniziare il campionato in terra australiana è ormai quasi una tradizione alla quale le squadre non vogliono rinunciare.

Un accordo, quello raggiunto con gli organizzatori, che soddisfa anche Liberty Media, nuova proprietaria del Cicus, che attraverso la voce di Chase Carey ha reso noto tutto il proprio entusiasmo: "Siamo lieti di aver rinnovato la nostra partnership con la città di Melbourne che ospiterà il Gran Premio d'Australia di Formula 1 almeno fino al 2025. La decisione di estendere il rapporto attuale per altri due anni deriva dal fatto che questo evento ha dimostrato essere un successo clamoroso per l'Australia e in tutto il mondo, dimostrandosi immensamente popolare tra i fan e coloro che lavorano in Formula 1. Lavorando insieme al nostro partner, l'Australian Grand Prix Corporation, pensiamo rendere l'evento ancora più emozionante e spettacolare, come evento sportivo e come forma di intrattenimento" sono state le sue parole.