Nell'ultimo giorno di test sulla pista di Barcellona si respira aria di derby: Sebastian Vettel, infatti, tornato in pista dopo l'incidente di mercoledì nel quale a causa di un cerchione rotto è finito contro le barriere danneggiando la Ferrari e costringendo i meccanici agli straordinari, vuole subito mettere in chiaro le cose.

Sebastian Vettel – Ferrari
in foto: Sebastian Vettel – Ferrari

Vettel migliora il record di Leclerc

Sono solo prove, ma è sempre meglio stare davanti che rincorrere; il tedesco lo sa bene e, dopo le prime fasi di studio, eccolo montare la gomma da tempo per insidiare il fresco record del suo vicino di box. Un primo tentativo che gli vale la testa della classifica, ma ancora dietro il monegasco, poi il giro in 1:16.221 che lo porta in testa all'intera sessione di test superando Leclerc e stabilendo così il nuovo primato, vicinissimo alla pole position di Lewis Hamilton siglata l'anno scorso in 1:16.173. Pochi millesimi, ma sufficienti per stare davanti al compagno di squadra e far passare in secondo piano tutto il resto del gruppo.

Bottas chiude 2°, problemi per Raikkonen

Alle sue spalle, infatti, l'attività è frenetica, ma in pochi se ne accorgono, tutti presi dal derby in famiglia tra il tedesco e il monegasco. A prendersi la seconda posizione è la Mercedes, finalmente a carte scoperte, che con Valtteri Bottas e la gomma da tempo si ferma a 3 decimi dal tedesco dimostrando che a Melbourne sarà della partita. Più lontani tutti gli altri con Toro Rosso e McLaren staccate di pochissimo a contendersi il terzo tempo e la Haas che torna a farsi vedere nelle zone nobili. Contrattempo, invece, per Kimi Raikkonen che dopo aver fatto segnare il 7° tempo, si è dovuto fermare alla prima chicane per un problema tecnico. Indietro Verstappen con la Red Bul mentre fanalino di coda è la Williams di Robert Kubica