Mick Schumacher – Getty images
in foto: Mick Schumacher – Getty images

Un weekend da dimenticare per Mick Schumacher, purtroppo per il giovane tedesco il terzo senza riuscire a segnare punti: l'avventura in Formula 2 del figlio d'arte più famoso del mondo, dopo essere partita con il piede giusto tanto da aver chiuso in top ten 3 delle prime quattro gare, sembra aver preso una brutta piega tanto che, anche nella Sprint Race in Francia, il pilota del team Prema ha chiuso con un mesto ritiro, il 2° in altrettante gare disputate in terra transalpina.

Se ieri era stato il compagno di squadra Gelael a centrarlo facendolo letteralmente decollare riatterrando con la gomma posteriore destra forata, stavolta è stata ancora una foratura prima e poi un problema tecnico a frenarlo costringendolo a parcheggiare la propria vettura a bordo pista raggiungendo i box a piedi prima di tutti gli altri. Una corsa subito in salita per Mick Schumacher che dopo la partenza si è subito ritrovato nelle posizioni di coda; una rimonta quasi impossibile la sua ma che comunque lo aveva riportato al 14° posto con la possibilità di entrare almeno in top ten muovendo una classifica sempre più deficitaria. Poi il problema che lo ha costretto alla sosta forzata ai box per cambiare la gomma e infine al ritiro.

A vincere la gara, invece, è stato Hubert davanti a Correa e Zhou. Uno zero in classifica che non fa perdere ulteriormente terreno al giovane figlio d'arte, ma che lo lascia al 15° posto con 14 punti conquistati in 5 weekend finora disputati: è la sesta gara consecutiva senza punti per il tedesco del team Prema che, di certo, non si aspettava un avvio così complicato con una categoria molto competitiva come la Formula 2. L'ultima volta che Mick Schumacher è riuscito a finire in top ten è stata a Baku quando riuscì a portare a casa 6 punti iridati mettendo a segno il suo miglior risultato nelle serie propedeutica alla Formula 1.