Brutta tegola per Sam Bird: a più di tre ore dalla bandiera a scacchi dell’e-Prix di Hong Kong la Fia ha inflitto una penalizzazione di 5 secondi al pilota della Virgin finito sotto investigazione per il tamponamento all’ultimo giro di Andre Lotterer. Sua la colpa della speronata che ha causato la foratura di una gomma della Techetaah, costringendo il pilota tedesco che era al comando della corsa a chiudere in ultima posizione. La sanzione fa retrocedere Bird in sesta posizione, consegnando la prima vittoria nella serie elettrica a Edoardo Mortara.

Stava andando tutto bene fino a quel momento – ha detto Lotterer dopo la gara – . Si potrebbe dire che è stata una manovra schifosa perché non è questo il modo di correre. Ho perso per colpa sua e, anche se penalizzato, io ho comunque corso in modo onesto. E questo è triste”.

L’incidente, dopo una gara frammentata da una bandiera rossa e tre safety car, è arrivato al termine di un duello straordinario, in cui i due sono rimasti uno davanti all’altro con il tedesco a guidare il gruppo e Bird sempre negli scarichi della sua Virgin. Nel tentativo all’ultimo giro, Bird ha toccato il posteriore di Lotterer, andando a cogliere la vittoria davanti a Mortara e Di Grassi. Sul podio, cambiato dalla decisione della Fia, sale l’altra Virgin, quella dell’olandese Robert Frijns che guadagna il terzo gradino alle spalle di Di Grassi. Il tutto per una classifica che adesso racchiude nelle prime quattro posizioni i piloti di quattro diverse squadre in appena 2 punti.