Lewis Hamilton sul suo jt privato – Foto Instagram
in foto: Lewis Hamilton sul suo jt privato – Foto Instagram

Lewis Hamilton, oltre ad essere il pilota più vincente nella storia della Formula 1 – grazie ai suoi 5 mondiali – dopo Michael Schumacher, è anche l'unica vera icona del paddock: l'inglese, infatti, oltre alle doti in pista grazie alle quali riesce a sbaragliare la concorrenza, è un vero e proprio showman tanto da essersi guadagnato il soprannome di "hollywood". Una vita sempre di corsa la sua tra una sfilata a Parigi e una cena di gala a Manhattan, accompagnato dal suo mezzo di trasporto preferito, il jet rosso che gli permette di spostarsi da una parte all'altra del mondo.

Il campione del mondo ha venduto il suo jet privato

Il pilota della Mercedes, però, negli ultimi mesi sembra aver cambiato stile di vita: più attento ai problemi del mondo e molto attento agli investimenti forse anche per via dell'età che, prima o poi, lo costringerà ad abbandonare il volante per intraprendere un altro tipo di attività. Forse proprio per questi motivi, stando a quanto riportato dal tabloid inglese "The Sun", il britannico avrebbe venduto il suo jet privato, un fiammeggiante Bombardier Challenger 605, all'azienda privata Saxon Air, con sede all'aeroporto di Norwich. Acquistato nel 2013, l'aereo di Hamilton rappresentava il mezzo di trasporto preferito dell'inglese oltre ad un vero e proprio marchio di fabbrica, un capriccio costato 25 milioni di euro e che il 5 volte campione del mondo in carica si era regalato per festeggiare l'approdo in Mercedes.

Whatchu talkin bout Willis?!

A post shared by Lewis Hamilton (@lewishamilton) on

Un acquisto decisamente particolare e che gli era costato anche qualche guaio, come ad esempio l'essere menzionato nell'inchiesta Paradise Papers del giornale tedesco Sueddeutsche Zeitung con l'accusa di evasione fiscale legata al mancato versamento di 3,7 milioni di euro, accusa poi caduta, oppure quella volta nel quale ebbe una discussione con il pilota dopo aver scoperto che quest'ultimo aveva usato il bagno privato. Adesso, però, Hamilton sembra aver dato un taglio con gli eccessi, almeno quelli legati ai consumi e allo stile di vita da rockstar; una buona notizia per l'ambiente ma decisamente pessima per gli avversari che avranno a che fare con un pilota ancora più concentrato sull'obiettivo, ossia quello di battere il record di vittorie e quello di titoli mondiali di Schumacher, gli unici traguardi ancora da tagliare per l'inglese.