Lewis Hamilton ha ammesso di essere molto vicino al rinnovo del contratto con la Mercedes. Il campione inglese dopo aver dominato la passata stagione e aver colto il suo secondo alloro iridato in carriera, è desideroso calarsi nella W06 Hybrid e a una settimana dal primo GP della stagione ha ammesso che le sensazioni sono molto buone, da momento che i test pre stagionali sono stati “incredibili”.

Ma non è tutto. Atterrato in Australia da dove inizierà a difendere il titolo iridato, Lewis Hamilton ha parlato della trattativa che sta conducendo – senza l’assistenza di un manager personale – per il rinnovo del contratto con la scuderia, etichettando come “spazzatura” le indiscrezioni pubblicate dal Times che riferivano di un rinnovo triennale da 50 milioni di sterline a stagione che lo porterebbe a essere il pilota di Formula 1 più pagato di sempre, superando in volata i guadagni dei rivali delle altre scuderie come Sebastian Vettel, sotto contratto in Ferrari per 50 milioni di euro all’anno, e Fernando Alonso che ha firmato per quasi 40 milioni di euro a stagione con la McLaren.

È spazzatura, semplicemente non è vero”, riporta il Mirror. “Non è una questione di status e di essere il pilota più pagato perché sei campione del mondo, è solo una cosa naturale. È una progressione graduale insieme al team. Così come migliora il team, lo stesso voglio fare io. Il mio obiettivo, come tutti i piloti, è lavorare per essere il migliore” ha aggiunto Hamilton. Tuttavia, indipendentemente dalla somma, a essere ancora incerta è la tempistica.

Dopo mesi di rinvii alla fine della passata stagione, Lewis assicura di essere nelle ultime fasi di una trattativa iniziata quest’inverno con Toto Wolff e Nki Lauda: “Speriamo di essere nelle fasi finali” ha detto Hamilton. “Non conosco le esatte tempistiche ma praticamente siamo nella fase finale della trattativa”.