Un'operazione lunga e delicata quella alla quale è stata sottoposta Sophia Floersch dopo il terribile incidente di Macao che l'ha vista volare oltre le reti di protezione della pista cinese andando a sbattere contro la torretta dove erano assiepati fotografi e cameraman. Un vero e proprio miracolo che la 17enne tedesca sia riuscita a cavarsela con la sola frattura spinale senza ulteriori conseguenze: come confermato dal padre della ragazza, infatti, non c'è nessun segno di paralisi e i parametri vitali sono tutti stabili.

L'operazione è durata 11 ore, la tedesca muove gli arti

L'equipe medica che ha seguito la giovane fin dal suo arrivo all'ospedale Conde S. Januário e che ha eseguito l'operazione, dopo l'intervento durato ben 11 ore, ha confermato che la Floersch muove tutti gli arti e che non sembra esserci nessun segno di paralisi. Una ulteriore buona notizia per la tedesca, l'intervento al quale si è sottoposta è perfettamente riuscito: come spiegato dalla direttrice della struttura, Lei Wai Seng, un pezzo di osso è stato rimosso dall'anca per riparare la frattura spinale subita nel GP di Macao. Adesso la 17enne dovrà rimanere in ospedale per almeno una o due settimane dove durante la convalescenza sarà costantemente monitorata dai sanitari.

Un vero e proprio miracolo quello capitato a Sophia Floersch: la dinamica dell'impatto e la velocità con la quale si era schiantata sulla torretta durante la corsa avevano fatto temere il peggio, ma alla fine la 17enne, che quest'anno ha preso parte al campionato Euro Formula 3, è riuscita a cavarsela. Rimangono in ospedale insieme a lei anche due degli altri coinvolti nello spaventoso incidente – il fotografo, ferito al fegato, e un commissario di gara, la cui mascella si è rotta – mentre sono stati dimessi il pilota giapponese Sho Tsuboi e un fotografo colpito dalla vettura impazzita della Floersch.