Daniel Ricciardo festeggia la vittoria in Cina – Getty images
in foto: Daniel Ricciardo festeggia la vittoria in Cina – Getty images

La vittoria alla 24 Ore di Le Mans ha avvicinato Fernando Alonso al sogno di conquistare la Tripla Corona, il riconoscimento che spetta a chi vince il mondiale di F1, la corsa di durata francese e la 500 Miglia di Indianapolis. Il pilota spagnolo non ha nascosto quale sia il suo grande obiettivo arrivato a questo punto della carriera e, proprio per questo, potrebbe essere tentato da un'avventura nella serie americana proprio per prepararsi alla gara che si terrà nel catino di Indianapolis; in McLaren sono convinti che alla fine Alonso non abbandonerà la scuderia di Woking, ma nel frattempo stanno cominciando a studiare le prime mosse per sostituirlo.

Offerta faraonica dalla McLaren

In cima alla lista dei desideri, secondo quanto riportato da Sport Bild, ci sarebbe Daniel Ricciardo: il pilota della Red Bull – che dall'anno prossimo sarà motorizzata Honda – vedrà il suo contratto scadere a fine stagione e su di lui si sono già mosse Mercedes e Ferrari, con la quale ci sarebbe addirittura un accordo di massima per sostituire Kimi Raikkonen, Vettel permettendo. La McLaren, però, sembra fare sul serio e per convincere l'australiano a sposare il progetto in caso di abbandono da parte di Alonso ha già messo sul piatto un'offerta da 20 milioni a stagione. Una cifra importante che forse neanche Mercedes e Ferrari possono arrivare a garantire al pilota di Perth che in questa stagione ha già portato a casa 2 vittorie.

Ancora in piedi le opzioni Ferrari e Mercedes

Ricciardo, al contrario della McLaren, non ha fretta e ha già fatto sapere che difficilmente prenderà una decisione prima dell'estate: quello che coincide con il periodo di stop della Formula 1 sarà un periodo decisivo per capire il futuro dell'australiano, intrigato dai progetti Mercedes e Ferrari, ma non convinto del tutto di potersi giocare le sue chance alla pari con Vettel e Hamilton. Quella rappresentata dalla McLaren è un'alternativa sicuramente intrigante, soprattutto dal punto di vista economico, ma difficilmente la macchina di Woking riuscirà dove ha già fallito con Alonso, arrivato con la speranza di lottare per il titolo e ritrovatosi a fare i conti con ritiri e problemi. Nel caso di abbandono dello spagnolo e di rifiuto dell'attuale pilota Red Bull ci sarebbe Lando Norris, giovane promessa già da tempo nell'orbita McLaren. Ricciardo sfoglia la margherita, non ha fretta e spera ancora di riuscire a trovare posto o a Maranello, dove però Vettel preferirebbe avere il giovane Leclerc come compagno di squadra, o a Brackley. Ancora qualche settimana e tutte le tessere del puzzle dovrebbero andare a posto dando così un nuovo volto alla Formula 1 2019.