La pole position è sfuggita per appena 79 millesimi, ma Charles Leclerc non può che essere soddisfatto guardando il tempo fatto segnare nelle qualifiche del GP di Gran Bretagna; su una pista che per caratteristiche non favorisce la Ferrari e feudo Mercedes sin dall'inizio dell'era ibrida della Formula 1, il giovane monegasco è riuscito a giocarsela quasi alla pari con le Frecce d'argento conquistando un terzo tempo che fa ben sperare in ottica gara.

Charles Leclerc – Getty images
in foto: Charles Leclerc – Getty images

Leclerc soddisfatto del 3° posto in qualifica

A confortare il pilota della Ferrari non è tanto la posizione quanto il gap ridotto che lo separa dai due piloti di testa e che, sfruttando le gomme soft in partenza – contro le gialle che monteranno Bottas e Hamilton -, potrebbe superare nei primi giri cercando di prendere il largo. Una tattica che in Austria lo ha portato a un passo dalla prima vittoria della carriera e che, in Inghilterra, cercherà ancora una volta di conquistare.

Nel Q1 stavamo andando bene, nel Q3 le Mercedes hanno alzato i giri motore ed erano molto veloci, soprattutto in curva dove noi dobbiamo ancora migliorare. E' stata una buona sessione di qualifica, avremmo sperato in una posizione migliore, ma il 3° era il massimo che potevamo ottenere, sono contento. Siamo stati vicino alla Mercedes e non ce l'aspettavamo: pensavamo di faticare di più – ha dichiarato in conferenza stampa -. Le gomme rosse? In Austria abbiamo scelto così e pensiamo che possano andare bene anche qui. Il nostro programma era questo e vedremo domani se ci sarà un miglioramento sul long run.

Vettel punta tutto sulla gara

Per un Leclerc soddisfatto della propria prestazione in qualifica, c'è un Sebastian Vettel che non può sorridere visto il sesto posto dietro ad entrambe le Red Bull di Max Verstappen e Pierre Gasly. Per il tedesco, capace di trionfare l'anno passato, quella di Silverstone sarà l'ennesima gara in cui rimontare anche se l'impresa non spaventa il quattro volte campione del mondo, convinto di poter dire la sua in una corsa che riserverà sorprese e colpi di scena: "Purtroppo mi sono mancati ritmo e velocità. Ieri la macchina non era buona come oggi e questo è positivo, ma non abbastanza per la qualifica. Ho faticato ma in gara dovrebbe andare meglio perché i valori si riequilibrano e il passo non è mai stato il nostro problema. Partiamo indietro rispetto a quello che avrei voluto" ha dichiarato il tedesco ai microfoni di Sky.