La seconda fila con Charles Leclerc, il 7° tempo con Sebastian Vettel; una qualifica, quella della Ferrari in Francia, dal sapore decisamente agrodolce che non rende giustizia alla forza delle due SF90. Anche a Le Castellet la Mercedes ha monopolizzato tutte le sessioni a disposizione dimostrando, sulla pista del Paul Ricard, di essere la più forte ma per la scuderia di Maranello, soprattutto con il tedesco, era ipotizzabile un risultato migliore.

Charles Leclerc – Getty images
in foto: Charles Leclerc – Getty images

Leclerc ammette: "Fatto il massimo"

La Rossa, infatti, in Canada aveva dimostrato di aver ritrovato il ritmo: un passo indietro quello della scuderia italiana che però ha dimostrato, con Leclerc, di potersi giocare le proprie chance di vittoria soprattutto nei primi due settori della pista pagando molto nell'ultimo; un problema per il monegasco che, però, vede le due Frecce d'argento ancora lontane.

Sapevo che il mio punto debole era la Q3 così come portare gli pneumatici in temperatura. Oggi ho fatto tutto bene e sono felice anche se il gap rimane e c'è da lavorare. Sarà difficile battere la Mercedes – ha ammesso in conferenza stampa -. Sono contento del mio giro, dobbiamo continuare a lavorare e sono sicuro che prima o poi ci riavvicineremo alle Frecce d'argento; oggi però non potevamo fare di meglio. Il nostro obiettivo è fare una bella partenza; noi siamo forti in rettilineo, loro in curva. Speriamo che domani sarà una buona occasione per lottare.

Vettel: "Risultato inferiore alle aspettative"

Se Leclerc è convinto di aver fatto il massimo, lo stesso non può dire Sebastian Vettel: il tedesco, infatti, dopo aver strappato il 2° tempo nel Q3, nella fase decisiva della qualifica si è sciolto prima rientrando ai box a poche curve dalla fine avvisando il box di avere un piccolo problema al cambio, poi tornando in pista ma cogliendo solo il 7° tempo. Una delusione per il quattro volte campione del mondo che, però, è convinto di poter disputare una buona gara: "Abbiamo fatto tante sessioni, ma è mancato il feeling con la macchina. E' stata una parte di qualifica strana. C'è sempre un motivo per guardare avanti: le qualifiche ci hanno dato una posizione inferiore alle aspettative ma domani potremo fare una bella gara e dovremo divertirci" ha ammesso ai microfoni di Sky.