La prima vittoria con la Ferrari non è ancora arrivata, ma Charles Leclerc ha già dimostrato di avere le capacità per guidare la Rossa verso traguardi ambiziosi: il giovane monegasco, oltre a conquistare il cuore dei tifosi del Cavallino, ha già collezionato 4 podi in appena 9 gare disputate mettendo in luce un talento che pochi hanno alla sua età ma soprattutto lottando ad armi pari contro piloti che hanno molta più esperienza di lui nella massima serie dell'automobilismo.

Charles Leclerc – LaPresse
in foto: Charles Leclerc – LaPresse

Il monegasco lancia la sfida a Verstappen

Il prodotto della Ferrari Driver Academy, nonostante la pressione e l'eredità pesante lasciata da Kimi Raikkonen – ultimo a conquistare il titolo con la Rossa -, ha fatto vedere come la scelta di affidarsi a lui da parte dei vertici del Cavallino sia stata giusta e la gara dell'Austria, con lo scontro al limite con Verstappen, qualora ci fossero ancora dubbi, lo ha ribadito ancora una volta tanto da far spendere un paragone importante anche al vice presidente della scuderia italiana Piero Ferrari. Il futuro sembra essere suo e il monegasco si augura di poter lottare presto per il titolo proprio contro l'olandese che negli ultimi giri della gara di Spielberg gli ha portato via una vittoria già scritta.

Sapevo che venire alla Ferrari significava dover vincere. Sento che in questo momento manca ancora qualcosa. A volte abbiamo difficoltà come squadra, ma stiamo cercando di capire cosa c’è di sbagliato e risolverlo – ha confidato in una intervista concessa a Sport Bild -. Verstappen? Abbiamo corso insieme nei kart per molto tempo e combattere con lui per il titolo nei prossimi anni sarebbe fantastico. Penso ci saranno anche altri piloti che potranno lottare con noi come Albon, Norris e Russel. Abbiamo una nuova generazione in arrivo e spero che ci troveremo a combattere tra di noi per il titolo in futuro.

Leclerc allontana le voci sul ritiro di Vettel

Leclerc, al suo primo anno in Ferrari, si è trovato a dividere il box con un quattro volte campione del mondo come Sebastian Vettel. Tra i due il rapporto è ottimo, il monegasco ha scelto di entrare in punta di piedi alla Rossa e il suo atteggiamento è stato apprezzato dal tedesco che non perde occasione per sottolineare i progress mostrati dall'ex Alfa Romeo Sauber. Un chance per Leclerc non solo per imparare, ma anche per confrontarsi con uno dei migliori piloti presenti nel circus cercando di rubare qualche segreto dal suo collega: "Penso che sia una fortuna per me averlo nel team. È un grande campione, ha vinto molte gare e titoli mondiali. Nel mio primo anno in Ferrari posso solo imparare da lui. È bello vedere come lavora. Penso che sappia gestire bene la pressione. Quando vinci tutti i titoli che ha vinto, tutti si aspettano soltanto vittorie da te. Le voci sul ritiro? Non posso parlare per lui, ma mi sembra più motivato che mai: sta lavorando duramente per tirare fuori il meglio dalla squadra e da se stesso. Penso che se anche dovessi vincere, questa non sarebbe per lui una motivazione sufficiente per lasciare" ha concluso.

Sebastian Vettel e Charles Leclerc – Getty images
in foto: Sebastian Vettel e Charles Leclerc – Getty images